Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Casinò Sanremo, al via turni estivi e nuovi orari tavoli

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Nei due mesi estivi si dà attuazione ad alcuni accordi sindacali al Casinò Sanremo.

Tempo d'estate e di novità organizzative al Casinò di Sanremo. Dopo aver raccolto le firme di tutte le sigle sindacali, fatta eccezione per l'Slc Cgil, si dà infatti attuazione all'accordo che prevede la rinuncia al secondo riposo da parte dei dipendenti del ramo gioco, per i mesi di luglio e agosto (ossia il periodo di massima affluenza), così da ottimizzare al massimo il personale, tenendo conto dell'impossibilità di assumere.
"Inoltre - spiega Massimiliano Moroni, responsabile aziendale dell'Ugl terziario, dando conto del secondo accordo - a breve si partirà anche con la nuova chiusura dei tavoli da gioco, il che consentirà di allargare l'orario di funzionamento degli stessi".

Pare inoltre, anticipa il sindacalista, che "ci possa essere ancora una volta la possibilità di ricorrere all'incentivo all'esodo per altri lavoratori prossimi alla pensione. Il tutto permetterà all'azienda di effettuare quel turnover che nel 2023 vedrà necessariamente ricorrere a nuove forze con assunzioni inizialmente partime per.poter sviluppare e rilanciare la casa da gioco.
La richiesta di allargare l'incentivo all'esodo è stata una richiesta che l'Ugl ha costantemente rivolto all'azienda".

L'INCONTRO CON LA PROPRIETA' - Parallelamente, l'Ugl terziario ha incontrato i rappresentanti della proprietà, il Comune di Sanremo, al fine di fare conoscere alcuni membri del direttivo.
A tale proposito la segreteria Ugl terziario ringrazia il sindaco Alberto Biancheri, il presidente del consiglio Alessandro Il Grande e l'assessore Massimo Rossano per "la grande sensibilità dimostrata nell'interesse comune della continuità aziendale".

E aggiunge: "Siamo soddisfatti. C'è una frande sintonia negli obiettivi comuni nell’interesse del Casinò. Abbiamo riscontrato grande senso di responsabilità da parte dell’amministrazione Biancheri nei confronti dell’azienda. Un conto era il Casinò che incassava 100 milioni, altra cosa è gestire una Società con gli equilibri economici a rischio, ancor più aggravati dalla pandemia.

Non potevamo, a tal proposito, non ribadire l’enorme impegno profuso dal CdA e dei quadri direttivi, gravato peraltro dalle ormai croniche carenze di organico.

Per primi abbiamo preso coscienza delle difficoltà che incontreremo nell’attuazione del necessario processo riorganizzativo. E per primi, noi dipendenti tutti, dovremo fare dei sacrifici nell’interesse comune alla continuità aziendale".

incbiancheri

 

Share