Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Ristorazione al Casinò Venezia, prove di dialogo con le Ooss

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Incontro a Ca' Farsetti tra proprietà, azienda e sindacati attivi al Casinò di Venezia, sotto la lente il settore ristorazione.

Una riunione interlocutoria, aggiornata a un prossimo incontro così da scendere nei dettagli, ossia le problematiche e la contrattualistica dei dipendenti del settore ristorazione del Casinò di Venezia. Questa la sintesi dell'incontro di stamattina, 5 maggio, a Ca' Farsetti, tra proprietà, azienda e i sindacati che rappresentano gli addetti della ristorazione della Casa da gioco lagunare.

L'incontro era stato chiesto dai sindacati, che sollecitavano una ripresa delle relazioni industriali e l'apertura di un tavolo di confronto riguardante il rinnovo di accordi e contrattazioni rivolti a migliorare le condizioni dei lavoratori. Le Ooss avevano a tale proposito sottolineato come, nonostante gli incassi superiori alle attese nel primo trimestre dell'anno, ci fosse una "evidente carenza di personale", una situazione destinata ad accentuarsi soprattutto in vista della riapertura giornaliera di Ca' Vendramin Calergi, sede lagunare che tuttora apre soltanto nei fine settimana, ma per la quale si starebbe studiando un'estensione delle giornate di attività.

Da parte sua l'assessore al Bilancio Michele Zuin sottolinea che quello di oggi è stato "un primo incontro sul rinnovo dell’integrativo della parte ristorazione della società che inzieremo ad analizzare prima come società e proprietà e poi con le rappresentanze sindacali".
Come consuetudine e ragionevolezza vuole, in occasione della discussione di contratti integrativi, la proprietà, ossia il Comune di Venezia, partecipa agli incontri tra le sue società partecipate e le organizzazioni sindacali.

Share