Logo

Casinò Sanremo, Ooss tra voglia di ripartire e riflessioni

I sindacati attivi al Casinò di Sanremo salutano con favore il riavvio dell'attività ma ricordano le difficoltà passate e il trattamento riservato al settore.

Anche al Casinò di Sanremo si torna al lavoro da oggi 7 giugno, grazie al passaggio della regione Liguria in zona bianca, il che consente di riaprire le attività che, in zona gialla, avrebbero potuto farlo solo dal primo luglio.

Una riapertura che viene ovviamente salutata con grande favore non solo dal sindaco Alberto Biancheri e dal presidente del Casinò Adriano Battistotti, ma anche dai lavoratori e dai loro rappresentanti sindacali. Pur, tuttavia, con degli spunti di riflessione.

Enzo Cioffi, responsabile aziendale della Uilcom Uil, sottolinea: "Dopo sette mesi ininterrotti, il Casinò di Sanremo riapre. Ovviamente la felicità è tanta per tutte le parti in causa: dipendenti, Casinò Spa, città, attività commerciali, pubblica amministrazione. Le polemiche su come i Casinò, e il mondo del gaming fisico in generale, sono stati giudicati in temini di rischio contagio, da parte governativa,
lasciano spazio alla voglia di lavorare e ripartire. Noi siamo pronti e lo siamo da sempre. Speriamo che questo riavvio sia definitivo nella piena consapevolezza che la nostra azienda, da sempre, ha messo in campo misure gigantesche di contenimento del contagio".

Anche Marilena Semeria, della Fisascat Cisl, afferma: "Siamo molto contenti che finalmente ci sia la riapertura anche se dobbiamo sottolineare che in materia non c'è stata una linea di governo chiara e la città di Sanremo si è trovata da sola a condurre questa partita. Sindaco e Cda hanno dovuto navigare a vista per la riapertura. Ora speriamo che ci sia una Regione più forte e dei responsabili più attenti a questa società partecipata per non rischiare uno squilibrio di bilancio che non si potrebbe risanare. Come città e come casinò ci siamo sentiti soli".

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati