Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Concordato Casinò, D'Aquaro: 'Un progetto da poter condividere'

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Amministrazione comunale, società di gestione e sindacati a confronto sui passi da fare in merito al concordato per il Casinò Campione d'Italia.

Fare il punto sui passi che sono stati compiuti, vale a dire la richiesta di maggiore tempo per presentare la documentazione aggiuntiva al piano di concordato preventivo, e sulla posizione che si terrà in tribunale a Como, dove per il prossimo 1° febbraio è fissata l'audizione dell'amministratore unico del Casinò Campione d'Italia, Marco Ambrosini.

Questi i temi dell'incontro che si è tenuto il sindaco di Campione d'Italia Roberto Canesi, l'Au Ambrosini, i legali della società, la rappresentanze sindacali del Casinò e quelle confederali. Un incontro che si è tenuto dopo che la società ha presentato al tribunale lariano la richiesta di avere tempo ulteriore per inviare la documentazione, come spiegato anche in una nota ufficiale dell'amministrazione comunale.

Da parte loro, le organizzazioni hanno auspicato che ci sia il buon senso necessario a risolvere una crisi che sta mettendo in ginocchio il paese ormai da quasi tre anni e che dunque il tribunale conceda il tempo necessario alla società di gestione e al Comune di predisporre il piano da presentare.

Tuttavia, osserva Giuseppe D'Aquaro, della Fisascat Cisl Varese-Como, "c'è bisogno di un progetto da poter condividere ma, nonostante le sollecitazioni, non l'abbiamo ancora avuto".

 

 

 

Share