Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Covid-19, Casinò Venezia chiede accesso al Fis

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Raggiunta un'intesa sul trattamento economico dei dipendenti del Casinò di Venezia, attualmente a casa a causa dell'emergenza coronavirus.

Raggiunta l'intesa tra azienda e sindacati, al Casinò di Venezia, in merito al trattamento economico da corrispondere ai dipendenti, visto che la Casa da gioco è chiusa almeno fino all'8 marzo a causa dell'emergenza coronavirus.

L'accordo raggiunto prevede la sospensione dal lavoro per 502 dipendenti, dal 24 febbaio e fino all'8 marzo (anche se il Casinò ha oggi 4 marzo comunicato che riaprirà i battenti il giorno 6), con anzianità superiore a 90 giorni da calendiario e che il regime dell'assegno ordinario sarà per un totale di 35.100 ore.

Inoltre, il trattamento del fondo di integrazione salariale previsto dall'articolo 29 del Dlgs numero 148 del 14 settembre 2015, e precisamente dell'assegno ordinario previsto per le aziende con più di 15 dipendenti, verrà anticipato dall'azienda e posto a carico dell'Inps, portandolo a scomputo degli importi dovuti a titolo di contributi.
Il trattamento del Fis verrà inoltre pagato direttamente dall'azienda non appena ottenuta l'autorizzazione da parte dell'Inps, come previsto dalla circolare Inps numero 170 del mese di novembre 2017.

 

 

Share