Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Casinò Sanremo, Ugl: 'Il Cda si limiti all'ordinaria amministrazione'

  • Scritto da Anna Maria Rengo

L'Ugl Terziario diffida il Cda del Casinò di Sanremo a intraprendere azioni gestionali al di fuori dell'ordinaria amministrazione.

L'Ugl Terziario torna a prendere posizione sul supposto "problema dell'incompatibilità del presidente del consiglio di amministrazione del Casinò di Sanremo", Massimo Calvi, già oggetto di richieste di delucidazioni, anche "al responsabile della Prevenzione Corruzione e Trasparenza del Comune di Sanremo in qualità di ente controllante", e "visto il silenzio aziendale", di una "segnalazione all’Anac riferita a tali presunte violazioni delle norme in tema di imparzialità dei pubblici funzionari di cui al D.lgs. 39/2013. Abbiamo reso noto all’azienda di aver intrapreso quest’ultima iniziativa. Data la continuata indifferenza dell’azienda sul tema supponiamo che non venga ritenuto argomento rilevante".

Il sindacato, per voce del segretario aziendale Massimiliano Moroni, si dice "alquanto sconcertato" e ha "seri motivi per dubitare che le azioni intraprese dalla nostra organizzazione sindacale abbiano prodotto conseguenze ritorsive e discriminatorie in ambito lavorativo nei confronti degli iscritti. La gravità della situazione ci è parsa sottovalutata dato che, se si prospettasse l’incompatibilità ai sensi del D.lgs. 39/2013, si correrebbe il rischio della nullità ed inefficacia del conferimento dell’incarico del Cda. Le conseguenze di tale prospettiva sono difficilmente prevedibili. E non debbono essere sottovalutate od escluse a priori".

LA RICHIESTA E LA DIFFIDA - L'Ugl chiede dunque di nuovo a Casinò Spa "immediati ed ufficiali chiarimenti" e , "tenuto conto delle disposizioni degli articoli 17 e 18 del D.lgs. 9/2013, ed in attesa delle determinazioni dell’Anac in merito all’accertamento dell’incompatibilità dell’incarico, al fine di evitare che si possano arrecare eventuali ulteriori danni all’azienda", diffida il Cda a "intraprendere qualsiasi iniziativa gestionale, al di fuori dell’ordinaria amministrazione, se non prima di aver ufficialmente chiarito la sua posizione riguardo alla sua stessa integrità".
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.