Logo

Ccal e M&D, Ooss del Casinò Venezia tra richieste e precisazioni

Le sigle sindacali precisano i motivi dello sciopero al Casinò di Venezia: fine settimana infuocato tra Ccal e incorporazione M&D.

"Le Ooss (Slc Cgil, Fisascat Cisl, Ugl Terziario, Rlc e Snalc Cisal Ndr) hanno indetto sciopero degli straordinari perché hanno appreso a mezzo stampa dell'incorporazione/fusione della Meeting & Dining nella Casinò di Venezia Gioco Spa". Lo precisano le organizzazioni sindacali, che evidenziano che "non c'è stata nessuna comunicazione da parte aziendale, come previsto dal Regolamento. Non è possibile che certe notizie si vengano a sapere a mezzo stampa". Inoltre, i sindacati ricordano di aver inviato la proposta di Ccal e che "sono state l'azienda/proprietà a rendersi disponibili a convocarci una volta ricevuta la proposta unitaria. Noi non abbiamo fatto alcuna richiesta di incontro".

In effetti, la richiesta di incontro all'azienda, datata 6 ottobre e firmata da tutte le sigle sindacali per conto dell'Rlc, non fa riferimento al Ccal (che ovviamente deve essere letta e valutata, tanto più che è stata inviata nel fine settimana) ma alla mancata informativa ex articolo 28 legge 300/70 (Statuto dei lavoratori) "circa la fusione per incorporazione della società controllata Meeting & Dining Srl da parte di Casinò di Venezia Gioco Spa". i sindacati chiedevano dunque "con urgenza un incontro in merito a tale vicenda, prima di essere costrette a procedere ad altre iniziative sindacali". Ossia lo sciopero, proclamato nella giornata di domenica.

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.