Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Regione: '16 eccedenze di personale al Casinò di St. Vincent'

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Approda in seconda commissione il piano di razionalizzazione delle società partecipate dalla Regione Valle d'Aosta, focus anche su quella che gestisce il Casinò.

"La ricognizione effettuata dalle diverse società controllate, ai fini dell’individuazione di eventuali eccedenze in materia di personale, in applicazione dell’articolo 25 del Tusp, è stata riscontrata negativamente da parte di tutte le società controllate dalla Regione, eccezion fatta per la società Casino de la Vallée Spa che ha comunicato, in data 21 ottobre 2021, un’eccedenza di 16 unità, le quali, in mancanza di apposita disciplina applicabile (regolamento di cui all’articolo 25, comma 1, del Tusp), non risultano, allo stato, trasferibili in altra società controllata dalla Regione".

Lo si legge nell'atto amministrativo, assegnato alla seconda commissione Affari generali del Consiglio Valle, del piano di Razionalizzazione periodica delle partecipazioni pubbliche ex articolo 20, D.lgs. 19 agosto 2016 n. 175. Individuazione delle partecipazioni da mantenere e da razionalizzare e fissazione degli obiettivi specifici sul complesso delle spese di funzionamento delle società controllate, ex articolo 19 del medesimo decreto.

Il piano "salva" ovviamente da qualsiasi intervento la Casino de la Vallée Spa, partecipata direttamente al 99,96 percento della Regione, rilevando, si legge nell'atto, che "con riguardo alla società Casino de la Vallée Spa, il comma 12-sexies dell’articolo 26 Tusp, in deroga a quanto previsto dall’articolo 4, prevede la possibilità di mantenere partecipazioni in società che, alla data di entrata in vigore del decreto legislativo, risultano già costituite e autorizzate alla gestione delle case da gioco ai sensi della legislazione vigente (legge regionale 15 marzo 2001, n. 6) e che, a tali società, non si applicano le disposizioni di cui all’articolo 20, comma 2, lettere a) ed e), mentre le disposizioni di cui all’articolo 14, comma 5, si applicano a decorrere dal 31 maggio 2018". Inoltre, si valuta opportuno prevedere che "gli obiettivi sul complesso delle spese di funzionamento non trovino applicazione nei confronti di Casino de la Vallée Spa e Struttura Valle d'Aosta – Vallée d’Aoste Structure Srl al fine di non compromettere o rendere difficilmente raggiungibili gli obiettivi di razionalizzazione di diversa natura approvati nella procedura di concordato preventivo, per la società Casino de la Vallée Spa (procedura omologata in data 26 maggio 2021 dal Tribunale di Aosta), e nell’ambito della rivisitazione del piano di risanamento, per la società e Struttura Valle d'Aosta – Vallée d’Aoste Structure Srl approvato in data 22 settembre 2021, con propria deliberazione n. 846/XVI".

 

Share