Logo

Casinò Venezia, Zuin: 'Incertezza finita, concentrati su ripartenza'

L'assessore alle Partecipate Michele Zuin commenta la riapertura del Casinò di Venezia a partire dal 7 giugno.

Dopo 224 giorni di chiusura continuativa, dal 26 ottobre 2020, lunedì 7 giugno alle ore 11.00 riapre al pubblico la sede di Ca’ Noghera del Casinò di Venezia.

“Con la riapertura di lunedì 7 giugno, spiega l’assessore alle Società partecipate Michele Zuin, rientreranno in servizio tutti i lavoratori, circa 600 persone, fatto salvo un minimo ricorso al Fis laddove necessario e sino alla competa normalizzazione della situazione. Oltre ai circa 200 lavoratori delle società in appalto (pulizie, vigilanza, manutenzione). Per noi riaprire l’attività era la cosa più importante”, continua l’assessore Zuin, in questi mesi di grande incertezza abbiamo lavorato per rendere ancora più sicure le nostre Sedi.

Infatti già da lunedì i clienti di Ca’ Noghera avranno a disposizione alcune novità: per la prima volta l’offerta di gioco tavoli sarà disponibile per la clientela già dalle ore 11.00. La sala Venice Experience, così come altri ambienti, è stata completamente rinnovata e sono state introdotte n. 83 nuove slot machines di ultima generazione.

Questi gli orari di apertura al pubblico: apertura: ore 11.00 tavoli da gioco e slot machine tutti i giorni della settimana; chiusura: da domenica a giovedì tavoli da gioco ore 02.45 e slot machine ore 03.00; venerdì sabato e prefestivi tavoli da gioco ore 03.15 e slot machine ore 04.00.

In agenda già giugno un primo appuntamento di gioco dedicato alla clientela vip su invito che avrà luogo presso la sede storica Ca’ Vendramin Calergi.

LE MISURE SANITARIE - Entrambe le sedi, Ca’ Noghera e Ca’ Vendramin Calergi, sono dotate di termoscanner elettronici posizionati in esterno prima dell’ingresso clienti, n.1 per la zona ingresso dipendenti e n. 1 termoscanner manuale per l’area di accesso al parcheggio dipendenti e fornitori di Ca’ Noghera.

I percorsi sono segnalati a terra per la gestione dei flussi di entrata e di uscita e resta costante il mantenimento delle distanze attraverso la collocazione di oltre 900 separatori in plexiglass posti tra le slot e tra i tavoli di gioco, negli uffici, nei bar di sala, nel ristorante, nella pizzeria e nell’area mensa aziendale.

Tutto il personale è dotato di un kit di mascherine in conformità a quanto disposto dai protocolli sanitari. I dispositivi di gioco sono regolarmente igienizzati dal personale di pulizia di presidio in sala, rinforzato rispetto al presidio normale.

Continuerà anche in questa fase il presidio costante nei servizi igienici da parte del personale di pulizia il quale, oltre alla sanificazione, disciplinerà anche gli accessi ai servizi. Per l’igienizzazione delle mani è a disposizione gel sanificante posizionato su staffe autoportanti.

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati