Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Biancheri: 'Casinò Sanremo, perdita trasferimenti 2021 per 3,5 mln'

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Il sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri, saluta con ottimismo la riapertura del Casinò ma quantifica in almeno 3,5 milioni di euro le perdite per il Comune anche nel 2021.

Liguria verso la zona bianca e dunque verso la riapertura del gioco e, in particolare, del Casinò di Sanremo. Due eventi ormai prossimi e accolti con favore dal sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, che tuttavia snocciola i conti di quanto sia costata al Comune la chiusura della Casa da gioco di cui è proprietario e di quali saranno i conti anche nel 2021.

Dal 7 giugno la Liguria torna in zona bianca e il Casinò potrà riaprire. Come saluta questo ritorno all'attività della Casa da gioco?

"Con grande ottimismo e con il desiderio di lasciarsi alle spalle questo periodo così nero per le attività produttive in generale e, in particolare, per la Casa da gioco e tutti gli operatori coinvolti".

Quanto è costata al Comune la chiusura del Casinò nel 2020 e quanto costerà nel 2021, anche in considerazione delle obbligazioni economiche previste dalla convenzione?

"Per l’esercizio 2020, al Comune di Sanremo è costato circa 7,5 milioni di euro; per il 2021 si preventiva una perdita di trasferimenti nell’ordine di 3,5/4 milioni, al netto di eventuali ristori che abbiamo chiesto ma di cui ora non abbiamo ancora avuto riscontro".
A cascata, il Comune ha avuto e ha difficoltà a mantenere il consueto livello di servizi?
"I ristori 2020 sono stati importanti per tutti i comuni d’Italia e anche per Sanremo hanno avuto una rilevanza compensativa sulle minori entrare dai diversi settori. Il livello dei servizi è risultato inalterato".

Che cosa chiedete e auspicate dal Governo, vista la difficoltà del Casinò e del Comune?

"Chiediamo ristori per la Casa da gioco, unitamente a ristori per il tessuto commerciale sanremese che ha visto la repentina chiusura totale durante il Festival".

Recentemente il consiglio comunale ha modificato la convenzione con il Casinò. Per quale motivo avete deciso di prorogare l'affidamento della gestione sino al 2050?

"Essenzialmente per determinare una corrispondente estensione del ciclo di ammortamento delle immobilizzazioni immateriali per gli interventi straordinari realizzati a spese della Casa da gioco sui beni immobili di proprietà del Comune di Sanremo".

E per quale motivo avete deciso di prevedere dei vincoli di approvazione per quanto riguarda i tornei di poker?

"Si tratta di un tecnicismo derivante da un accordo con la medesima Casa da gioco".

Quanto puntate sull'attrattività del Casinò in vista dell'ormai imminente estate?

"La Casa da gioco, avendo messo in piena sicurezza gli ambienti a disposizione del pubblico già nel corso di giugno 2020, si attende di riportare a Sanremo quell’utenza potenzialmente persa".

 

Share