Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Vdalibra: 'Su elezioni Valle d'Aosta pende processo su Casinò'

  • Scritto da Redazione

Il gruppo consiliare di Vdalibra critica la scelta del 19 aprile per tenere le elezioni regionali in Valle d'Aosta: pochi giorni dopo il processo sui fondi al Casinò.

"Fissando al 19 aprile la data delle elezioni, la maggioranza uscente compie l'ultimo atto nauseante di questa deludente legislatura".

Questo il commento del gruppo consiliare di Vdalibra alla notizia della fissazione della data delle prossime elezioni per il rinnovo del consiglio regionale.
"Il 22 aprile - osservano i consiglieri Stefano Ferrero e Roberto Cognetta - è previsto il processo davanti alla Terza sezione centrale d'appello della Corte dei conti di Torino sui 140 milioni di euro di fondi regionali erogati alla Casinò de la Vallée spa tra il 2012 e il 2015. Un processo che vede sul banco degli imputati, tra gli altri, Renzo Testolin, Mauro Baccega, Joël Farcoz, Emily Rini, Pierluigi Marquis. Dato che l'eventuale condanna degli imputati (in caso di mancato risarcimento del danno) comporterebbe l'interdizione dai pubblici uffici - proseguono i consiglieri Stefano Ferrero e Roberto Cognetta -, probabilmente si andrà a elezioni con persone che decadranno dalla carica e dovranno essere sostituite. La notizia di un procedimento in corso dai risvolti così pesanti non farebbe bene alla campagna elettorale loro e dei loro movimenti".

Quindi, concludono i due consiglieri, "si anticipa al massimo la data, facendo sì che la scelta del 19 di aprile non risponda a interessi generali ma, al contrario, a precisi interessi delle solite forze politiche, incapaci di amministrare, che governano usando l'unica arte che conoscono bene: quella dell'esercizio di un potere arrogante svolto per soli interessi personali".

 

Share