Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Dl fiscale in Aula, in commissione sì a emendamento su Campione

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Ultimati i lavori della commissione Finanze della Camera sul decreto fiscale: approvato l'emendamento dei relatori su Campione d'Italia.

Dopo una lunghissima maratona notturna, la commissione Finanze della Camera ha ultimato l'esame degli emendamenti al decreto fiscale, che è dunque pronto per il suo approdo in Aula, a partire da martedì 3 dicembre. In questo ambito, è stato approvato l'emendamento dei relatori, Carla Ruocco (M5S) e Gian Mario Fragomeli (Pd) su Campione d'Italia. 

L'emendamento prevede che "Nello stato di previsione del ministero dell'Interno è istituito un fondo con una dotazione pari a 5,5 milioni di euro per l'anno 2019".
Il fondo è destinato al pagamento dei debiti certi, liquidi ed esigibili alla data del 31 ottobre 2019, contratti con enti e imprese aventi sede legale in Paesi non appartenenti all'Unione europea da parte di comuni interamente confinanti con i medesimi paesi", quindi, teoricamente, a tutti i comuni italiani confinanti con la Svizzera, che è l'unico Stato non facente parte dell'Unione europea e con il quale l'Italia confina.
Di questa somma, almeno 3 milioni di euro "è destinata all'incremento della massa attiva della gestione liquidatoria per il pagamento dei debiti contratti con enti e imprese aventi sede legale in paesi non appartenenti all'Unione europea da parter di comuni che hanno deliberato il dissesto finanziario entro il 31 dicembre 2018 (è il caso di Campione d'Italia Ndr) e che sono interamente confinanti con i medesimi paesi".
Sarà comunque un decreto del ministero dell'Interno, di concerto con il Mef, a ripartire il fondo.

 

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.