Logo

Candiani: 'Campione, escludere Comune da società di gestione'

Il sottosegretario leghista Stefano Candiani ritiene che si debba escludere il Comune di Campione dalla società di gestione del Casinò.

In attesa del voto del'emendamento dei relatori al Dl Crescita che concede un contributo di 5 milioni di euro al Comune di Campione d'Italia, destinati al buon funzionamento dell'ente, e che è attesa per i primi giorni della prossima settimana, fanno discutere le dichiarazioni del sottosegretario all'Interno Stefano Candiani (Lega).

Nel commentare a Espansionetv l'emendamento e sottolineando che è destinato "esclusivamente al municipio", Candiani afferma: "La Casa da gioco deve riaprire", ma "vogliamo che si riparta con caratteristiche che possano proteggere la Casa da gioco da conseguenze legate a una cattiva gestione".

"Il nostro obiettivo è privilegiare una soluzione che mantenga la società di gestione in mano totalmente pubblica, ma escludendo il Comune", afferma Candiani.

La legge Enti territoriali prevede il soco unico per il Casinò Campione e per il 15 giugno è attesa la relazione tecnica del commissario straordinario del Casinò Maurizio Bruschi.

 

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.