Logo

Centemero (Lega): 'Dissesto Comune Campione non legato solo al Casinò'

Dibattito nelle commissioni riunite della Camera sulla crisi del Comune di Campione d'Italia, alla luce dell'emendamento dei relatori al Dl Crescita.

Il finanziamento da 5 milioni di euro a favore del Comune di Campione d'Italia previsto nell'emendamento dei relatori al Dl Crescita è finalizzato ad "arginare le complicazioni a livello internazionale conseguenti al default del comune di Campione d’Italia" e tale "previsione non è legata alla vicenda del casinò della stessa località". Lo ha affermato il relatore per la commissione Finanze del provvedimento, Giulio Centemero (Lega) nell'illustrare alle commissioni riunite le finalità dell'emendamento stesso.

Una proposta di modifica all'articolo 38 che ha suscitato dibattito: Luigi Marattin (Pd) ha infatti chieso se tale proposta è "attinente" con il contenuto del decreto in discussione", ottenendo rassicurazioni in tale senso dalla presidente della sesta commissione Finanze, Carla Ruocco (M5S), che ha affermato che, appunto, "l’articolo 38 tratta dei debiti di enti locali".
Francesco Boccia (Pd), ha invece chiesto chiarimenti in ordine all’arco temporale del finanziamento previsto e alla risposta di Centemero "a decorrere dal 2019" ha sottolineato che "in tal modo non si prevede un termine nell’erogazione del contributo".

Fabio Melilli (Pd), in relazione a quanto affermato dal relatore Centemero, ha invece ricordato che "il dissesto finanziario del comune di Campione d’Italia è strettamente legato alle vicende del casinò in quella località". Opinione non del tutto condivisa da Centemero: "Il destinatario del finanziamento è il Comune di Campione d’Italia" e "le ragioni del suo dissesto finanziario sono più complesse e non imputabili solo al casinò".

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.