Logo

Commissario straordinario a Campione, fumata nera dal CdM

Il consiglio dei ministri non ha proceduto alla nomina del commissario straordinario per il Casinò Campione d'Italia.

Nulla di fatto per la nomina del commissario straordinario che avrò il compito di studiare le soluzioni per riaprire il Casinò Campione d'Italia, chiuso dallo scorso 27 luglio, ossia da quando il tribunale di Como ha sentenziato il fallimento per insolvenza della sua società di gestione.

Il consiglio dei ministri, come previsto, si è riunito nella mattinata di oggi, 24 gennaio, ma tra le nomine effettuate non figura quella che spetta al premier Giuseppe Conte, su proposta del ministro dell'Interno Matteo Salvini, d'intesa con Mef, Mise e ministero del Lavoro.

E mentre circolano i più svariati nomi, di colui che andrà a ricoprire il delicatissimo incarico, c'è chi solleva il dubbio che i tempi potrebbero essere più lunghi di quelli auspicati, e che magari si voglia attendere l'esito dei reclami discussi in Corte d'appello, a Milano, contro la sentenza di fallimento del tribunale di Como, così da evitare un conflitto di interessi, qualora la Corte annullasse la sentenza, riportando in vita la società. In questo caso i tempi sarebbero non brevi, visto che l'udienza c'è stata il 17 gennaio e la sentenza è attesa tra circa un mese.

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.