Logo

NetEnt, nuove sinergie e risparmi con l'integrazione di Red Tiger

NetEnt si avvia verso la piena integrazione del fornitore di slot online Red Tiger.

Sta procedendo speditamente il processo di integrazione, da parte della software house NetEnt, del fornitore di slot online Red Tiger. L'obiettivo è di rafforzara ulteriormente la competitività e di aumentare l'efficienza, attraverso cambiamenti organizzativi.
NetEnt ha precedentemente comunicato la sua ambizione di ulteriore integrazione con Red Tiger, che è stata acquisita nel settembre del 2019. L'acquisizione, si legge in una nota, ha superato le aspettative e offre significative sinergie potenziali, maggiore efficienza ed economie di scala. È in corso una ristrutturazione per accelerare la piena integrazione all'interno del gruppo NetEnt, il che significa che diverse funzioni vengono trasferite e che 120 posizioni a tempo pieno vengono ridondanti a Stoccolma e Malta.

Queste misure sono in linea con la strategia di NetEnt di migliorare continuamente tutte le parti del business per rafforzare la competitività e aumentare la creazione di valore in azienda. Si stima che la ristrutturazione comporti un risparmio annuo di circa 150 milioni di corone svedesi (13.606.097 euro) su base di flusso di cassa, a partire dalla seconda metà del 2020. Ciò significa che NetEnt sta aumentando la sua stima iniziale di potenziali sinergie dall'acquisizione a circa 250 milioni di corone annue (dai 150 milioni di corone svedesi annunciati in precedenza).

Si prevede che i costi di ristrutturazione ammonteranno a circa 25 milioni di corone svedesi, che saranno segnalati come elementi non ricorrenti e incideranno sull'utile operativo per il primo trimestre 2020.

NetEnt annuncia inoltre che il corrispettivo in conto capitale per Red Tiger verrà rimborsato attraverso un'emissione diretta di nuove azioni e pagamento in contanti. Poiché questa voce di passività finanziaria era stata precedentemente rilevata utilizzando il valore attuale netto attualizzato, il rimborso anticipato porta ad un aumento degli oneri finanziari di circa 35 milioni di corone svedesi nel primo trimestre 2020. Tale importo non influisce sul flusso di cassa. A seguito della questione dei diritti, l'indebitamento netto della società diminuirà di 100 milioni di corone svedesi.

Quanto agli effetti del Covid-19, secondo NetEnt sono difficili da prevedere e le condizioni cambiano rapidamente. Tuttavia, le operazioni di NetEnt non sono state finora influenzate negativamente dall'epidemia di pandemia. I ricavi per il Gruppo NetEnt si sono sviluppati in linea con le aspettative del mercato durante il primo trimestre del 2020 e dovrebbero essere dell'ordine di circa 490-500 milioni di corone svedesi.

“Stiamo entrando nella fase successiva dell'integrazione con Red Tiger, i cui venditori stanno diventando anche azionisti di NetEnt. L'integrazione libererà tutto il potenziale delle nostre capacità condivise, creerà significativi guadagni di efficienza nello sviluppo dei giochi e rafforzerà la nostra posizione di leader di mercato nei casinò online", afferma Therese Hillman, Ceo del gruppo NetEnt.

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.