Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Svizzera, dal 1° gennaio arrivano i casinò games

  • Scritto da Redazione

La nuova legge svizzera sui giochi in denaro entra in vigore dal 1° gennaio 2019: lo ha stabilito il Consiglio federale.

Nella seduta del 7 novembre 2018 il Consiglio federale elvetico ha deciso di porre in vigore dal 1° gennaio 2019 la nuova legge sui giochi in denaro e le relative ordinanze. La legge consente nuovi giochi in linea e, si legge in una nota del Consiglio federale, migliora la protezione dalla dipendenza dal gioco. Le disposizioni sui blocchi dell’accesso entrano in vigore sei mesi più tardi poiché i giochi in linea autorizzati potranno essere effettivamente offerti soltanto a partire da quel momento. Visto che il Tribunale federale ha deciso in merito al ricorso sulla votazione, più nulla si oppone all’entrata in vigore il 1° gennaio 2019.

La legge sui giochi in denaro, accettata nella votazione popolare del 10 giugno 2018 con il 72,9 per cento dei voti, riunisce la legge federale sulle case da gioco e la legge federale sulle lotterie e le scommesse professionalmente organizzate. Consente di proporre in linea giochi quali il poker o la roulette e di bloccare l'accesso a offerte di giochi in linea non autorizzate.

LE DECISIONI DA PRENDERE - Il Consiglio federale deciderà nel primo semestre del 2019 in merito alle domande di estendere la concessione ai giochi in linea autorizzati in Svizzera, quali ad esempio la roulette in linea. Per questo motivo la base legale per il blocco dell'accesso ai giochi in linea non autorizzati entrerà in vigore soltanto il 1° luglio 2019.

IL POKER E LA TOMBOLA - L'ordinanza sui giochi in denaro disciplina i dettagli della legge sui giochi in denaro. Per motivi di trasparenza, il Consiglio federale aveva posto in consultazione l'ordinanza già prima della votazione del 10 giugno 2018. Essa stabilisce in particolare le condizioni generali per i piccoli tornei di poker al di fuori delle case da gioco in modo tale che i tornei non siano pericolosi per i giocatori e rimangano interessanti: la posta di partenza massima è pari a 200 franchi e la somma totale massima di tutte le poste di partenza è di 20 000 franchi.
 
L'ordinanza determina inoltre la somma massima delle poste per le piccole lotterie e le tombole. Viste le critiche avanzate in sede di consultazione, il Consiglio federale ha aumentato tale somma massima da 25 000 a 50 000 franchi per le tombole e da 400 000 a 500 000 franchi per i giochi di piccola estensione volti a finanziare singoli eventi d'importanza sovraregionale. Se la somma delle poste di un gioco che adempie gli altri criteri di una tombola supera i 50 000 franchi, il gioco può essere svolto quale piccola lotteria. In tal caso è necessaria un'autorizzazione cantonale.

LA PROTEZIONE DEI GIOCATORI - La nuova legge e le ordinanze migliorano inoltre la protezione dalla dipendenza dal gioco e la prevenzione. Oltre alle case da gioco, obbligano infatti anche le società di lotterie ad escludere le persone dipendenti dal gioco. Soprattutto per il settore dei giochi in linea sono previste misure concrete per proteggere i giocatori dai rischi del gioco in denaro.
 
L'ORDINANZA SULLE CASE DA GIOCO - Il Dfgp ha inoltre deciso di porre in vigore il 1° gennaio 2019 la revisione dell'ordinanza dipartimentale sulle case da gioco e la nuova ordinanza dipartimentale sul riciclaggio di denaro. Le due ordinanze disciplinano rispettivamente gli aspetti tecnici relativi alle case da gioco e gli obblighi di diligenza degli organizzatori di giochi di grande estensione per quanto riguarda la lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.