Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Golia (Wm): 'Flessibilità carta vincente per provider di casino games'

  • Scritto da Redazione

Riccardo Golia, Lead Software Architect di World Match, spiega le peculiarità delle due tipologie di integrazione e i rispettivi vantaggi.

Ottimizzazione del servizio e time to market, così da ridurre il più possibile le tempistiche per il go-live. Queste le caratteristiche dell'offerta agli operatori italiani e internazionali di World Match, provider in grado di fornire due soluzioni: da una parte una piattaforma completa per il gaming online che comprende sia i prodotti di gioco, che il wallet (ovvero il sistema di gestione dei giocatori e dei conti), dall'altra una suite che include unicamente i giochi per il casinò.
Quest'ultima opzione prevede che la gestione dei conti dei giocatori sia a carico dell'operatore, con due modalità alternative di integrazione: Wallet e Seamless, ciascuna delle quali presenta caratteristiche e vantaggi peculiari.
“Il wallet rappresenta il conto di gioco che è gestito esternamente e include il credito a disposizione dell'utente per poter giocare. L'integrazione con il wallet avviene attraverso un servizio software fornito dall'operatore, che mette in comunicazione la suite di gioco con la piattaforma dove si trovano i conti dei giocatori.

La differenza tra le due modalità di integrazione risiede nella tipologia di comunicazione che, nel caso dell'integrazione seamless è continuativa e in real time, mentre nel caso dell'integrazione wallet avviene principalmente in due momenti: all'inizio e alla fine della sessione di gioco”, spiega Riccardo Golia, Lead Software Architect di World Match.
Le due modalità danno le stesse garanzie di fruibilità della game experience da parte del giocatore e offrono ciascuna dei vantaggi specifici per l'operatore, che può quindi scegliere la tipologia che maggiormente risponde alle sue esigenze, in funzione del mercato a cui si rivolge e di come preferisce gestire il business.
Nel caso dell'integrazione seamless, il principale vantaggio è rappresentato dal fatto che il conto sorgente è aggiornato in tempo reale, giocata per giocata, durante tutta la sessione di gioco. L'operatore è quindi in una posizione di totale controllo delle transazioni, in quanto ha visibilità massima sul giocato, istante per istante.
Per contro, questa modalità prevede il flusso continuo di una considerevole mole di dati e quindi può soffrire di rallentamenti, o risentire di errori nella comunicazione fra le due piattaforme.
“Una delle sfide che abbiamo raccolto e vinto in World Match è proprio questa: abbiamo reso la comunicazione seamless totalmente affidabile e scorrevole. Nonostante in questa modalità il traffico dati sia capillare e distribuito, siamo riusciti a contenere di molto i tempi di attesa, quasi come se il tutto avvenisse in locale. Abbiamo inoltre creato un meccanismo per incrementare l'affidabilità, rendendo la comunicazione meno sensibile a possibili fault di rete: se una chiamata non va a buon fine, viene riproposta nel giro di pochi secondi, in modo da rendere la sessione più efficace in termini di operatività funzionale, il che si traduce in una migliore esperienza di gioco per l'utente”, chiarisce Golia.
Nell'integrazione Wallet l'erogazione dei servizi di gioco è vincolata al trasferimento del credito da parte del giocatore, che viene effettuato a inizio partita. Il credito sarà poi utilizzato durante la sessione di gioco, il cui termine coincide con l'aggiornamento del saldo del wallet presso l'operatore.
“Questa tipologia di integrazione è particolarmente indicata per i mercati regolamentati, in cui vigono normative che definiscono specifiche regole di interazione. Nel caso dell'Italia, per esempio, Adm (Agenzia Dogane e Monopoli) richiede che il giocatore acquisti un diritto di partecipazione per poter accedere alla partita: questo corrisponde a una comunicazione da parte dell'operatore al Regulator, durante la quale viene dichiarato il credito trasferito nella sessione di gioco”, commenta il Lead Software Architect.
Al contrario della modalità seamless, in cui si hanno solo due attori coinvolti, un sistema regolamentato è più complesso, in quanto coinvolge un soggetto terzo: l'ente certificatore (Regulator).
Questo aspetto incide anche sul time to market, perché l'attivazione della piattaforma wallet comprende anche una fase di certificazione che ne attesti la conformità alla normativa vigente.
D'altra parte, però, la comunicazione in sé è limitata solo alle attività di cash-in e cash-out, quindi è molto meno soggetta a rallentamenti e temporanee interruzioni di rete.
Inoltre, la presenza dell'ente certificatore, che verifica e quindi rende trasparente e tracciabile ogni transazione, rappresenta un'ulteriore tutela per il giocatore.
La vera punta di diamante del provider, però, è la sua capacità di fornire un servizio che eroga funzionalità specifiche per la tipologia di integrazione scelta, grazie alla creazione di un connettore progettato su misura per ciascun operatore.
“Ci distingue un approccio molto flessibile, orientato al cliente e che rispetta le scelte tecnologiche dell'operatore e gli permette di sfruttare le competenze di cui il suo team tecnico già dispone. Spesso l'operatore rimane sorpreso quando gli forniamo le linee guida di integrazione, poiché, invece di dare un insieme di specifiche chiuse e rigide, gli lasciamo un certo grado di libertà, che generalmente permette di ridurre i tempi e i costi di sviluppo del servizio software richiesto per l'integrazione. Questo approccio ci consente di adattarci alle diverse situazioni senza particolari sforzi, pertanto il processo di integrazione che segue si svolge sempre in maniera scorrevole e rapida, grazie a un iter studiato per agevolare il cliente e oramai consolidato in ogni sua fase.
Il primo step è una call tecnica preliminare, un vero e proprio kick-off meeting, durante il quale chiediamo al cliente di spiegarci le sue richieste, aiutandolo a esplicitarle. Al termine chiediamo che ci venga inviato un documento contenente le specifiche del servizio di integrazione. Inoltre siamo disponibili ad agevolarlo nelle fase di redazione, anche fornendogli dei modelli da seguire, nel caso ne sentisse la necessità. Durante tutte le fasi di sviluppo, poi, siamo sempre a disposizione dell'operatore, fino ad arrivare al collaudo finale dei componenti, durante il quale testiamo le varie funzionalità in tutti i possibili scenari, al fine di massimizzare l'affidabilità del sistema”, racconta Golia.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.