Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Scozia, i casinò premono per riaprire

  • Scritto da Mc

I casinò scozzesi lanciano una campagna finalizzata a fare pressioni sul governo affinché consenta la loro riapertura.

L'industria scozzese dei casinò ha lanciato una campagna chiamata "The chips are down: Save our casinos, Save our jobs", finalizzata a esercitare pressioni sul primo ministro del paese e sul governo scozzese affinché modifichino il quadro strategico delle restrizioni e consentano l'apertura delle loro sedi al Livello 2.

La campagna riporta che ci sono più di 700 persone impiegate direttamente dai casinò scozzesi e che affrontano la prospettiva di un licenziamento. Si lamenta inoltre che su 30.000 persone che hanno visitato i casinò scozzesi da quando sono stati riaperti ad agosto, c'è stato un solo incidente registrato di trasmissione di coronavirus all'interno di qualsiasi casinò del paese.

La Scozia ha undici casinò ad Aberdeen, Dundee, Edimburgo e Glasgow e sono guidati nella campagna da Grosvenor Casinos con il supporto di Genting Casinos, Caesars Entertainment e l'associazione di categoria, il Betting and Gaming Council.
Nella campagna si fa notare che mentre pub, bar, ristoranti e cinema sono in grado di continuare a commerciare al livello 2 o inferiore delle restrizioni di livello del paese, i casinò sono stati chiusi. Si chiede dunque al governo di comprendere meglio le prove che indicano chiaramente i casinò come luoghi ultra sicuri.

Jonathon Swaine, amministratore delegato di Grosvenor Casinos, dichiara: “Non possiamo sottolineare abbastanza quanto sia dannoso che ai casinò di tutta la Scozia vengano imposte queste restrizioni arbitrarie. Come settore, forniamo luoghi ultra sicuri per i colleghi e i clienti da visitare. Non c'è un brandello di prove scientifiche a sostegno della decisione di mantenere i casinò chiusi nel Livello 2 mentre altri luoghi di ospitalità sono in grado di rimanere aperti. Se i casinò scozzesi sono costretti a rimanere chiusi, ciò avrà un impatto devastante su quei clienti che apprezzano le loro sedi locali come hub della comunità, sui membri del team che perderanno il lavoro, sui fornitori locali che servono, sugli enti di beneficenza che sono orgoglioso di sostenere, così come sull'economia più ampia che perderà milioni di sterline in entrate fiscali".

 

Share