Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Chiusura casinò, Comuni e Regione in allarme

  • Scritto da Anna Maria Rengo

La chiusura dei casinò sta avendo conseguenze assai serie sui bilanci comunali e regionali.

Il secondo lockdown dei casinò italiani sta ovviamente avendo conseguenze molto serie anche sui bilanci delle loro proprietà, Comune di Sanremo, Comune di Venezia e Regione Valle d'Aosta. Oltretutto, queste stesse proprietà devono anche tenere presente la necessità di garantire la continuità aziendale, ed è per questo motivo che il Comune di Venezia, comprendendo le grandi difficoltà della Cdv Gioco Spa, ha deciso di rinunciare al 15 percento dei suoi introiti di gioco che le spetterebbero secondo convenzione, e di accontentarsi, per il 2020, di solo il 10 percento, una cifra che sarà sufficiente appena a pagare la Siae.

Ma la preoccupazione è palpabile, ora che le proprietà stanno preparando i loro bilanci e che la chiusura dei casinò, nella migliore delle ipotesi, avrà effetto fino al 3 dicembre.
"Avremo chiarezza nei giorni a venire e ovviamente ci sarà un prezzo da pagare", sottolinea l'assessore alle Partecipate della Regione Valle d'Aosta, Luciano Caveri. "La durata della pandemia prescinde da noi e più restano i blocchi e peggio è. Stiamo comunque studiando i diversi scenari".
La Regione Valle d'Aosta, secondo convenzione, trattiene il 10 percento degli incassi del Casinò, una percentuale attualmente più bassa di quella del Comune di Sanremo, visto che l'attuale convenzione prevede il 16 percento. Con questa soglia, il Comune potrebbe vedere venire meno dal Casinò "indicativamente 5 milioni di euro e forse più", spiega l'assessore al Bilancio, Massimo Rossano. E cosa intende fare il Comune al riguardo?
"Sarà la risposta dei prossimi giorni. Entro il 30 novembre abbiamo l'equilibio di bilancio e quindi, in quel momento, avremo la risposta esatta, sperando ovviamenye nei ristori".

Analoghi ragionamenti si fanno anche a Venezia: "Stiamo facendo i conti e analizzando le norme dei decreti che consentono alcune manovre di bilancio", anticipa l'assessore al Bilancio e Partecipate, Michele Zuin.

 

Share