Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Casino games, a ottobre spesi 103,5 milioni di euro sui 'dot it'

  • Scritto da Amr

Ancora un mese di crescita, per la spesa sui casinò 'dot it': superati i 103,5 milioni di euro.

Mese ancora in crescita per il gioco online italiano, quello di ottobre, in attesa di vedere le ripercussioni che potrà avere il nuovo lockdown imposto al terrestre. Ma già a ottobre, secondo le elaborazioni di Gioconews.it su dati degli operatori, la spesa sui giochi di sorte a quota fissa e di carte in solitario (ossia, per semplificare, sui casinò games), è stata pari a 103.554.999 euro, un ammontare che si ottiene sottraendo alla raccolta, 2.782.722.857 euro, l'importo che è stato restituito ai giocatori sotto forma di vincita, ossia 2.679.167.857 euro. Si tratta di un dato in crescita, rispetto a quello di settembre, quando i casino games avevano registrato una raccolta, al netto delle vincite, di 92.707.565: l'aumento è dell'11,7 percento.
La crescita è molto marcata anche su base annua: a novembre 2019 la spesa era infatti stata pari a 65.675.782 euro, in che porta il segno tendenziale a un più 57,6 percento.

Nel mese si sono contate 32.678.826 giocate.

LE QUOTE DI MERCATO - Esaminando le quote di mercato, emerge Reel Italy Ltd, che detiene il marchio PokerStars, concessionario al quale spetta l'11,86 percento. Segue Sisal Entertainment Spa con l'8,11 percento e, ancora, Lottomatica Scommesse Srl con il 7,65 percento. Snaitech Spa è a brevissima distanza, con il 7,63 percento.
Da segnalare la buona performance di Oia Services con lo 0,65 percento.

Share