Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Macao, incassi d'ottobre in calo del 72,5 percento

  • Scritto da Amr

Ancora un mese di forte calo, ottobre, per gli incassi dei casinò di Macao.

Perdurante effetto Covid-19, per i casinò di Macao, che comunque restano aperti mentre in tutta Europa si sta tornando a un secondo generalizzato lockdown.

Le entrate del gioco d'azzardo, nell'ex colonia portoghese, sono crollate del 72,5 percento a ottobre su base annua, proseguendo nel trend fortemente negativo causato dal coronavirus, ma tuttavia con un leggero rallentamento di esso dal momento che i visitatori sono iniziati lentamente ad aumentare.

La cifra di ottobre di 7,3 miliardi di patacas (914 milioni di dollari) resa nota al governo di Macao è in linea con le aspettative degli analisti, che avevano pronosticato un calo tra il 72 e il 74 percento.

I ricavi dei giochi sono crollati da febbraio a causa delle restrizioni ai viagg, con numeri in calo anche del 90 percento negli ultimi sei mesi. La Cina ha ripreso a rilasciare i visti turistici per Macao dal 23 settembre, ma la domanda è rimasta tiepida a causa delle normative vigenti sul coronavirus e della bassa propensione al gioco da parte degli forti giocatori Vip.

I timori che la Cina stia ampliando il suo giro di vite sul gioco d'azzardo offshore hanno scatenato una corsa a ritirare miliardi di dollari da Macao e questo, secondo gli analisti, minaccia la ripresa economica dell'ex colonia. Covid a parte, ovviamente. 

Share