Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Consiglio Valle, il tema 'casinò' ancora al centro dei lavori

  • Scritto da Anna Maria Rengo

In Consiglio Valle una mozione e un'interrogazione che riguardano, indirettamente e direttamente, il Saint Vincent Resort & Casino.

Il Consiglio Valle torna a riunirsi il 5 e 6 dicembre e fra i tanti temi all'ordine del giorno, ne figurano due relativi al Saint Vincent Resort & Casino. In particolare, torna nel calendario dei lavori la mozione del Movimento 5 Stelle recante “Impegno della Presidenza del Consiglio a sollecitare i consiglieri regionali, condannati dalla Corte dei Conti per danno erariale, a presentare le proprie dimissioni”. La mozione impegna, dunque, “la Presidenza del Consiglio a sollecitare i consiglieri regionali, condannati dalla Corte dei Conti per danno erariale (per il finanziamento da 140 milioni di euro concesso al Saint Vincent Resort & Casino) a presentare le proprie dimissioni”, ricordando in premessa che “in data 25/10/2018 la Corte dei Conti ha emesso una condanna per danno erariale che comporta un risarcimento di 30 milioni di euro da parte di 18 tra consiglieri ed ex consiglieri regionali” e che “10 dei 18 condannati sono consiglieri regionali della Valle d'Aosta attualmente in carica”.

Stefano Ferrero, consigliere di Mouv', presenta invece un'interrogazione sulle “Situazioni di morosità relative ai pagamenti delle spese di ospitalità di squadre di calcio e di basket presso la Casino de la Vallée Spa”.
“Risulterebbero ingenti crediti da parte della Casino de la Vallée Spa nei confronti di alcune persone fisiche e giuridiche che avevano proposto l'ospitalità di squadre di calcio e di basket ospitate dal 2014 al 2016 e che, per la maggior parte avrebbero il carattere di inesigibilità”, si legge nella premessa, rilevando inoltre che “è necessario effettuare un approfondimeno al fine di stabilire l'effettiva esigibilità di alcuni crediti che andrebbero, diversamente, a falsare le risultanze di bilancio”. Ferrero chiede dunque all'assessore alle Finanze Stefano Aggravi “a quanto ammontano complessivamente le situazioni di morosità relative ai pagamenti delle spese di ospitalità presso la Casino de la Vallée Spa; a quando risale la più vecchia situazione debitoria riportata ancora in bilancio; se corrisponde al vero che la scelta del funzionario o dell'ufficio all'interno della Casa da gioco che ha individuato gli interlocutori ai fini dell'ospitalità, non abbia effettuato alcuna verifica sulla solvibilità e sulla professionalità dei soggetti ad oggi debitori”.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.