Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Pagamento avvocato Comune Campione, su Fb proposta raccolta

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Su Facebook la proposta di una raccolta fondi per pagare l'avvocato del Comune di Campione che deve rappresentare l'ente nel reclamo contro il fallimento del Casinò.

Giornate drammatiche a Campione d'Italia, dove si è in attesa sia dell'esito dell'emendamento al decreto fiscale del senatore della Lega Enrico Montani, che chiede la nomina di un commissario straordinario per il Casinò, così da studiare la possibilità di una sua celere riapertura, ma anche dell'udienza in Corte d'appello a Milano del reclamo presentato da Comune, Casa da gioco e Banca popolare di Sondrio contro la sentenza del tribunale ndi Como che ha diposto il fallimento per insolvenza della società di gestione. In questo contesto già teso e fortemente preoccupato, un ulteriore elemento peggiorativo è rappresemntato dal fatto che l'avvocato incaricato dal Comune, Massimo Fabiani, ha rimesso il mandato, pur rendendosi disponibile, per motivi di deontologia professionale, a presenziare all'udienza, qualora il commissario prefettizio Giorgio Zanzi non dovesse nominare un suo sostituto.

Tutti temi che vengono dibattuti sui social, come pure il mancato pagamento del legale incaricato dal Comune. E proprio su Facebook che un cittadino campionese lancia una proposta: "Giocare d’azzardo o rischiare di vincere una causa storica? Gli avvocati che sono stati scelti dal Comune per opporsi al fallimento del Casinò, come ogni lavoratore, desiderano essere pagati per il lavoro svolto.
Non mi interessa chi doveva pagare prima, il problema ora è che c’è un appuntamento il 13 dicembre che dovrebbe a mio modesto avviso affrontato.
Non so quanto sia la parcella ma se alcuni amici, che vivono lontano ma con origini campionesi, sono disponibili a scommetterci 10, 20, 50 o 100 franchi non capisco come sia possibile che proprio chi ci lavorava non abbia interesse che questa opposizione si porti a compimento.
Parlavo con un commerciante oggi ed aveva già i soldi in mano che non voglio essere io eventualmente a raccogliere".

Il cittadino osserva: "Cosa c’è da perdere? Se fosse respinto il Casinò resterebbe chiuso per fallimento in attesa che la politica riformuli norme ad hoc. Se invece fosse accolto, pur non riaprendo immediatamente, potrebbe serie condizioni per la riapertura. Oltretutto questi avvocati che si stanno occupando del fallimento sarebbero pagati. Il Comune di Campione siamo anche noi cittadini e lavoratori".
I primi commenti sono già arrivati: tutti positivi.

 

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.