Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Steve Wynn blocca il rilascio del rapporto sulle molestie sessuali

  • Scritto da Redazione

L'ex icona del casinò Steve Wynn ha bloccato temporaneamente la pubblicazione di un rapporto della Massachusetts Gaming Commission (Mgc).

L'ex icona del casinò Steve Wynn è riuscita, almeno temporaneamente, a bloccare la pubblicazione di un rapporto della Massachusetts Gaming Commission (MGC) sulle accuse relative alla sua cattiva condotta sessuale.

L'Associated Press ha riferito che il giudice del tribunale distrettuale della contea di Nevada Clark, Elizabeth Gonzalez, aveva accolto la richiesta di Steve Wynn di un ordine restrittivo temporaneo che impediva alla Mgc di pubblicare il suo rapporto su quello che i dirigenti di Wynn Resorts sapevano in merito alle accuse di molestie sessuali di Steve sulle dipendenti della compagnia.

Il rapporto, che doveva essere rilasciato al pubblico a dicembre, è stato commissionato per stabilire se i dirigenti di Wynn avessero nascosto la conoscenza delle accuse di molestie quando la Mgc stava valutando l'idoneità dell'azienda a operare nello stato.

Lunedì scorso, 19 novembre, il giudice Gonzalez ha detto che avrebbe ascoltato le argomentazioni di entrambe le parti in merito alle affermazioni di Steve secondo cui la sua ex azienda avrebbe impropriamente condiviso le informazioni con la Mgc che Steve sostiene fosse protetta dal privilegio avvocato-cliente. Deve ancora essere programmata una data per questa audizione.

Gonzalez è una veterana che ha a che fare con i litigi legali dei dirigenti di casinò di alto profilo. Ha presieduto la battaglia quinquennale di Las Vegas Sands con l'ex ceo di Sands China Steve Jacobs e le sue sentenze hanno infastidito l'arrogante capo di Sands, Sheldon Adelson, che ha tentato (senza successo) di farla rimuovere dal caso.

Il giorno in cui Steve ha presentato la sua denuncia, la Mgc ha rilasciato una dichiarazione dicendo che intendeva fissare "una vigorosa difesa" contro la causa di Steve e le sue "pretese infondate per danni". Ma gli sviluppi di lunedì mettono in dubbio se la Mgc sarà in grado di rispettare la sua ultima scadenza per il rilascio del suo rapporto.

A seconda di ciò che rivela il rapporto sulla conoscenza del consiglio di Wynn, la Mgc potrebbe dichiarare la società inadatta a operare nello stato, mettendo in dubbio il futuro del suo progetto Encore Boston Harbor in corso di sviluppo da 2,4 miliardi di dollari. Supponendo che Wynn sia ancora coinvolto quando il fumo si diraderà, il resort di Boston dovrebbe aprire al pubblico la prossima estate.

Steve ha negato con veemenza le accuse di molestie ma la pressione dell'opinione pubblica ha portato alle sue dimissioni a febbraio dalla società da lui fondata. Nel frattempo il presidente di Mgc, Steve Crosby, si è improvvisamente dimesso a settembre dopo ripetute asserzioni che lui e altri membri della MGC avevano mostrato favoritismo a Wynn Resorts durante il concorso per vincere la licenza per casinò della zona di Boston.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.