Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Crown Melbourne, dirigente si dimette dopo il caso Hasna

  • Scritto da Mc

Un dirigente di Crown Melbourne dopo i guai passati dalla compagnia per il comportamento tenuto nei confronti di un forte giocatore.

Un dirigente della compagnia australiana di casinò Crown Resorts, responsabile di una sala ristorazione per giocatori di alto livello, si è dimesso dopo aver fornito prove dannose alla commissione reale dell'anno scorso sulla governance aziendale al Casino Melbourne e sul trattamento dei giocatori problematici.

Peter Lawrence, che ha trascorso gli ultimi dieci anni come direttore generale del servizio clienti Vip nella Mahogany Room del Crown Melbourne, ha rassegnato le dimissioni lunedì.

L'anno scorso, Lawrence ha ammesso alla commissione reale che il trattamento riservato da Crown al forte giocatore Ahmed Hasna nel 2016 è stato irresponsabile, "probabilmente" predatorio e motivato dal profitto.

Hasna - che afferma di aver giocato d'azzardo al casinò di Southbank quasi ogni due giorni tra il 1993 e il 2019, a volte per 26 ore di fila - da allora ha intentato una causa presso la Corte federale sostenendo che Crown sapeva, o avrebbe dovuto sapere, che lui aveva una dipendenza dal gioco.

A Lawrence dovrebbe essere chiesto di testimoniare se la questione debba procedere al processo.
Intanto, l'anno scorso ha confermato alla commissione reale che il personale di Mahogany Room ha violato regolarmente il Casino Control Act di Victoria consentendo ai clienti di acquistare gettoni con assegni indirizzati a se stessi, e non a Crown Melbourne, come richiesto dalla legge.

Hasna ha visitato la premium Mahogany Room del casinò nel 2016 e ha consegnato un assegno da 100.000 dollari intestato a suo nome per gettoni da gioco, è stato detto all'inchiesta.
Ha perso tutte quelle fiches e il suo assegno è stato rifiutato quando Crown ha cercato di incassarlo, ma il giocatore della roulette è stato incoraggiato a continuare a giocare per ripagare il debito. Alla fine ha ripagato il debito con le vincite, ma ha perso di nuovo tutto.

Nella sua domanda in tribunale, Hasna afferma che Crown non gli ha impedito di giocare, anche dopo che sua madre è venuta due volte al casinò e ha supplicato il personale di impedire a suo figlio di giocarsi "tutti i soldi della famiglia".
La direzione di Crown non ha bandito in modo permanente Hasna fino a dicembre 2020, nonostante "diverse raccomandazioni" dalla sicurezza di Crown a seguito di alcuni suoi scoppi d'ira nei confronti del personale quando stava perdendo, secondo i documenti della Corte federale.
Lawrence ha detto alla commissione reale di aver diretto un solo giocatore problematico dell'area high roller del casinò a cercare aiuto per quasi un decennio a capo della Vip Mahogany Room di Melbourne.

Martedì, il parlamento del Victoria ha introdotto nuove norme che richiedono ai giocatori di slot machine del Crown Casino di porre un limite massimo a quanto sono disposti a perdere.
Le misure sono state raccomandate dalla commissione reale a seguito di una serie di rivelazioni schiaccianti sulla condotta del casinò.
Verrà inoltre introdotto un limite di contanti di 1.000 dollari ogni 24 ore per contrastare il riciclaggio di denaro nella sede di Southbank e coloro che scommettono di più dovranno utilizzare carte emesse dal casinò.

 

Share