Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Il governo di Macao: 'Popolazione si faccia a casa il test Covid'

  • Scritto da Mc

Il governo di Macao ordina all'intera popolazione di fare a casa propria il test anti Covid.

Tutte le persone residenti a Macao devono testarsi mercoledì 22 giugno per l'infezione da Covid-19 e caricare il risultato su un database ufficiale. Lo comunica il governo locale, dopo un giro di 48 ore di test in tutta la città in luoghi pubblici, iniziato a mezzogiorno di domenica dopo il primo focolaio locale che si registra dall'ottobre scorso. I kit per i test a casa sono stati distribuiti quando le persone sono andate per il controllo iniziale, in modo che i test a casa potessero essere eseguiti se necessario.

L'ultima notizia - data in una conferenza stampa pomeridiana del Centro di risposta e coordinamento al nuovo coronavirus della città - ha chiuso una giornata che ha visto il conteggio ufficiale delle infezioni salire a 49, con 34 di quelle persone che al momento non mostravano sintomi.
I funzionari presenti al briefing hanno affermato che al momento non vi erano piani per imporre un blocco in tutta la città.

Intanto, l'emittente pubblica cittadina Tdm ha riferito che "tra le 500 e le 700" persone che si trovavano sul posto martedì mattina all'Hotel Fortuna - un hotel con casinò sulla penisola di Macao, vicino al vecchio Lisboa Hotel - sono state trasferite in quarantena negli alloggi. designato allo scopo, allo Sheraton Macao Hotel presso il resort Londoner Macao a Cotai.
Tdm ha affermato che il motivo era che un membro dello staff di Fortuna era risultato "positivo" al Covid-19. La conferenza stampa pomeridiana del governo ha aggiornato che cinque persone presenti presso la sede di Fortuna erano risultate "positive".
Le immagini dell'emittente hanno mostrato persone in indumenti protettivi presenti nella struttura.

Il quotidiano in lingua cinese Macao Daily News aveva precedentemente riferito che molti di coloro che erano stati trasferiti in quarantena dall'Hotel Fortuna erano lavoratori non residenti che normalmente facevano il pendolare ogni giorno da Zhuhai, che avevano soggiornato in hotel durante l'ultima epidemia di Macao.

Ora ci sono 12 zone Covid-19 “rosse” a Macao – compresi i locali di Fortuna – ha chiarito il governo.
Le persone nelle zone rosse vedono il loro codice sanitario digitale di Macao cambiato in un avviso "rosso". Devono rimanere dove sono e non possono uscire per fare la spesa per le provviste quotidiane, che vengono loro consegnate.
Devono inoltre essere sottoposti a test Covid-19 in loco il primo, secondo, terzo, quinto e settimo giorno della loro reclusione.

 

Share