Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Le Filippine restano nella grey list Fatf: casinò sotto osservazione

  • Scritto da Mc

La Financial Action Task Force mantiene le Filippine nella grey list, evidenziando i rischi legati ai casinò.

Le Filippine sono rimaste nella "lista grigia" dell'organismo di controllo con sede a Parigi, la Financial Action Task Force (Gafi), per quanto riguarda le giurisdizioni che richiedono un monitoraggio aggiuntivo in relazione al rischio di reati finanziari. L'elenco aggiornato è stato pubblicato venerdì scorso, a seguito di una riunione plenaria di quattro giorni dell'organizzazione, e segnala nuovamente i rischi legati ai junket nell'industria dei casinò filippina.

Secondo il Gafi, quando una giurisdizione è sottoposta a monitoraggio rafforzato, significa che il paese "si è impegnato a risolvere rapidamente le carenze strategiche individuate" nel suo quadro antiriciclaggio (Aml) e lotta al finanziamento del terrorismo (Cft).
Le Filippine sono state aggiunte alla "lista grigia" nel giugno 2021.

Nel suo comunicato di venerdì, il Gafi riconosce che, dal giugno dello scorso anno, le Filippine hanno "fatto passi per migliorare il proprio regime Aml/Cft", ma elenca un totale di sette aree in cui si dovrebbe fare di più per affrontare le "carenze strategiche" del paese per quanto riguarda Aml e Cft.

Tra le raccomandazioni, l'organismo internazionale afferma che le Filippine devono dimostrare che stanno facendo uso dei controlli Aml e Cft "per mitigare i rischi associati ai giochi da casinò".
Le Filippine hanno un settore di casinò e giochi online significativo e in crescita che in tempi pre-pandemici cercava clienti da tutta la regione Asia-Pacifico e oltre.
All'inizio di questo mese, un rapporto di valutazione del rischio del Fondo monetario internazionale ha affermato che il settore dei casinò filippino è tra le attività economiche che presentano un rischio "medio" per la reputazione internazionale di quella nazione, in termini di qualità degli sforzi antiriciclaggio e misure per combattere il finanziamento di terrorismo.

A marzo, un direttore esecutivo dell'Anti-Money Laundering Council (Amlc) delle Filippine, Mel Georgie B. Racela, ha affermato che la Philippine Amusement and Gaming Corp (Pagcor) stava "identificando i rischi posti dalle operazioni di junket" e avrebbe "attuato le misure necessarie per mitigare questi rischi”.

Share