Logo

Golfo Persico, un resort anche di gioco sull'isola di Al Marjan

Wynn Resorts progetta un resort integrato sull'isola di Al Marjan, nel Golfo Persico, e ci dovrebbe essere anche un casinò.

Nel 2026, un'isola artificiale negli Emirati Arabi Uniti accoglierà gli ospiti in un "resort integrato" multimiliardario. Il progetto sull'isola di Al Marjan a Ras Al Khaimah segnerà l'arrivo del gigante dei casinò Wynn Resorts nella regione del Medio Oriente e del Nord Africa.

Il primo sviluppo balneare di Wynn Resorts, che ha sede negli Stati Uniti, sarà caratterizzato da 1.000 camere, un centro commerciale, una struttura per riunioni e convegni, una spa, più di 10 ristoranti e lounge e scelte di intrattenimento. Conterrà anche quella che viene chiamata "area di gioco".

Fondata nel 2002, l'azienda è un operatore di hotel e casinò di fascia alta. Ha progettato, possiede e gestisce Wynn Las Vegas, Encore Boston Harbor, Wynn Macau e Wynn Palace, Cotai.

Marjan, Rak Hospitality Holding e Wynn Resorts hanno annunciato congiuntamente il progetto, affermando che il resort integrato sarà sviluppato con "significativi investimenti esteri diretti" da Wynn Resorts.
Tali progetti sono generalmente sviluppi su larga scala e presentano molteplici servizi come alloggi, negozi, ristoranti, intrattenimento e giochi, inclusi i casinò. Non è chiarissimo se il progetto sull'isola di Al Marjan includerà un casinò poiché le autorità devono ancora spiegare la natura dell'area di gioco che farà parte del resort.
Secondo un comunicato stampa, il resort presenterà queste caratteristiche: “Hotel con oltre 1.000 camere, centro commerciale di fascia alta, una struttura all'avanguardia per riunioni e convegni, un'esclusiva spa, più di 10 ristoranti e lounge, un'ampia gamma di scelte di intrattenimento, un'area giochi e altri servizi.”

La Ras Al Khaimah Tourism Development Authority (Raktda) ha formato una nuova divisione incentrata sulla regolamentazione dei resort integrati. Questi includono operazioni alberghiere, spazi per convegni, intrattenimento, ristoranti e lounge, spa, negozi e strutture per il gioco.
Il regolamento del Dipartimento per l'intrattenimento e il gioco all'interno di Raktda considererà il panorama sociale, culturale e ambientale dell'Emirato e coprirà le licenze, la tassazione, le procedure operative e la tutela dei consumatori. La priorità principale è “creare un quadro solido che garantisca un gioco responsabile a tutti i livelli”.

“La struttura normativa riguarderà l'intera impresa di gioco all'interno dei resort integrati, richiedendo il rispetto di tutte le leggi e i regolamenti applicabili (comprese le leggi sulla criminalità finanziaria) da parte di operatori, fornitori e dipendenti. Inoltre, i regolamenti riguarderanno il marketing, la pubblicità e le transazioni finanziarie", affermato il Raktda.

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati