Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Macao: ecco il futuro dei casinò

  • Scritto da Mc

Il governo mette a punto il disegno di legge di riordino delle concessioni: sei operatori e licenze decennali.

Sei licenze di casinò, della durata di dieci anni. Questi i punti cardine del disegno di legge governativo che a Macao governerà il settore negli anni a venire.

Il Consiglio esecutivo di Macao, un organo consultivo dell'amministratore delegato della città, dichiara ufficialmente, dunque, che ci saranno fino a massimo sei concessioni, così come è ora, ma verrà meno l'attuale modello di subconcessione. Inoltre, il periodo di concessione è di massimo dieci anni ma potrebbe essere prorogato di altri tre in circostanze eccezionali. Le sei concessioni esistenti - in scadenza a giugno - avevano durata ventennale.

Tre degli attuali sei operatori – ovvero Sands China Ltd, Mgm China Holdings Ltd e Melco Resorts and Entertainment Ltd – sono stati ammessi al mercato attraverso un'improvvisazione legale. In realtà detengono i loro diritti di gioco tramite subconcessioni scorporate dai tre concessionari originari selezionati tramite una gara pubblica del 2002. Le tre concessioni originali erano le unità costituite localmente di Galaxy Entertainment Group Ltd, Sjm Holdings Ltd e Wynn Macau Ltd.

L'ITER - Il disegno di legge appena annunciato sarà inviato all'Assemblea legislativa della città, per essere votato dai suoi membri. La durata della procedura dipende dai legislatori della città, che possono anche proporre modifiche al disegno di legge.

Durante la presentazione ufficiale del disegno di legge il portavoce del Consiglio esecutivo, André Cheong Weng Chon ha ammesso che l'Assemblea legislativa potrebbe richiedere del tempo per rivedere il disegno di legge e che il governo di Macao potrebbe prendere in considerazione l'estensione della durata delle concessioni esistenti al fine di fornire ai legislatori abbastanza tempo per completare il processo di revisione.

Il governo aveva affermato in precedenza che la legge sui giochi di Macao deve essere aggiornata come questione collegata a una nuova procedura di gara pubblica per i diritti di gioco di Macao.
Il disegno di legge afferma inoltre che l'azienda che detiene effettivamente la concessione del casinò può avere solo fino al 30 percento delle sue azioni quotate pubblicamente. Ciò, al fine di garantire un "rapporto più stabile" tra il concessionario e Macao. Nessuna delle attuali società di casinò di Macao quotate né a Hong Kong né negli Stati Uniti possiede direttamente la rispettiva licenza di Macao. Questo viene fatto tramite un affiliato.

Il governo di Macao aveva precedentemente suggerito la necessità di approvare la distribuzione dei dividendi agli azionisti da parte degli operatori di casinò della città. La proposta è stata inserita in un documento del governo sulla revisione della legge comunale sui giochi, pubblicato a settembre per consultazione pubblica, ma nella presentazione pubblica non si è fatto cenno alla questione.

Piuttosto, si è detto che non ci sono piani per aumenti delle tasse per quanto riguarda l'industria dei giochi. Macao tassa le entrate lorde di gioco dei casinò di Macao a un'aliquota del 35 percento, ma altri prelievi sui giochi da casinò lordi aumentano l'aliquota fiscale al 39 percento.

Share