Logo

New Jersey, Contea di Atlantic City dichiara guerra a legge pro casinò

La contea di Atlantic City ha intentato una causa per bloccare la legge che aiuta fiscalmente i casinò.

I casinò sono contenti, ma la contea di Atlantic City per niente affatto. E anzi, ha intentato una causa contro lo Stato del New Jersey, così da bloccare l'entrata in vigore della legge, fresca di firma da parte del governatore Phil Murphy, con la quale si taglia l'aumento delle tasse per le case da gioco che altrimenti decorrerà dall'anno prossimo. Intanto, però il giudice della Corte Suprema Joseph Marczyk ha programmato una conferenza con gli avvocati per il 4 gennaio e ha detto che ordinerà una mediazione "il prima possibile", chiedendo a tutte le parti coinvolte di iniziare a considerare possibili mediatori.

I CONTI NON TORNANO - La contea perderà circa 4 milioni di dollari all'anno in base alla nuova legge Pilot, se adottata, ha stimato l'Ufficio statale dei servizi legislativi, ma la diretta interessata, o meglio danneggiata, dice che la perdita è più simile a un importo variabile dai 5 ai 7 milioni.
Il giudice, tuttavia, non ha emesso un ordine restrittivo temporaneo contro la legge, come richiesto dalla contea per impedire che entrasse in vigore mentre il caso procede.
Marczyk ha ritenuto che il caso "riguarda questioni importanti di politica pubblica e complesse questioni e calcoli finanziari" e che ha bisogno di raccogliere più informazioni prima di prendere una decisione del genere.

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati