Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Nevada, incassi casinò oltre il miliardo di dollari

  • Scritto da Amr

I casinò del Nevada vedono un giugno robusto quanto a incassi, prima del ritorno dell'obbligatorierà delle mascherine.

Ottimo giugno per i casinò del Nevada, che hanno registrato un forte rimbalzo economico dalle restrizioni del coronavirus a giugno, ottenendo oltre 1 miliardo di dollari di incassi per il quarto mese consecutivo e quasi raggiungendo il record storico stabilito un mese prima.

Tuttavia, le prospettive non sono altrettanto rosee. Un picco nei casi di Covid-19 da metà maggio – e il ripristino dei mandati di mascherine indoor per le persone vaccinate e non vaccinate – offusca le prospettive per uno stato fortemente dipendente dal turismo e dal gioco d'azzardo.

"Sembra che siamo nel bel mezzo di un thriller d'azione nella vita reale", afferma Alan Feldman, un ex dirigente di casinò che ora è membro dell'International Gaming Institute dell'Università del Nevada, a Las Vegas. "La variante delta si diffonderà così velocemente da dover implementare ulteriori restrizioni?"
Quindi, "dovremo solo vedere se ci saranno ulteriori danni all'economia dello stato prima di poter tranquillamente affermare che siamo fuori dai guai".

Il governatore Steve Sisolak a maggio aveva revocato l'obbliga di mascherina, ma questa settimana ha imposto una regola in vigore da oggi, venerdì 30 luglio, con la quale si chiede di coprire il viso indipendentemente dallo stato di vaccinazione a Las Vegas, Reno, Carson City, Elko e altri centri urbani. Il governatore democratico ha seguito una raccomandazione sul mascheramento indoor dei Centers for Disease Control and Prevention per le contee con alti tassi di trasmissione del coronavirus.

I NUOVI CASI - La diffusione del coronavirus in Nevada ha attirato l'attenzione a livello nazionale e avvisi di viaggio da parte di funzionari di Los Angeles, Chicago e Hawaii.
Il tasso di positività al test di due settimane, una misura della diffusione del virus nella comunità, è più che quadruplicato in Nevada da un minimo del 3,4 percento a metà maggio al 14,3 percento in tutto lo stato giovedì e al 15,5 percento nell'area di Las Vegas.

I VIAGGIATORI - Per quanto riguarda i viaggiatori, l'aeroporto internazionale McCarran ha riportato che il volume mensile dei passeggeri ha continuato a crescere costantemente a giugno, con 3,8 milioni di persone in arrivo e in partenza. L'aeroporto è un canale principale per i visitatori di Las Vegas.
I viaggiatori internazionali erano meno di un decimo del numero a giugno 2019, un mese che offre un punto di riferimento pre-pandemia di un anno in cui l'aeroporto ha gestito un record di 51,5 milioni di passeggeri.

IL DETTAGLIO DEI DATI - Dai giocatori d'azzardo, il Nevada Gaming Control Board ha affermato che i casinò hanno riportato incassi per 1,19 miliardi di dollari in tutto lo stato durante il mese di giugno.
Questo è stato più del doppio dei 567 milioni di dollari riportati nel giugno 2020, il primo mese parziale di riapertura dopo la chiusura dei casinò a causa della pandemia. Ma ha anche superato la cifra mensile di vincite del casinò di 1,04 miliardi nel giugno 2019.
"Ogni mercato è aumentato rispetto a giugno 2019, ad eccezione della Strip di Las Vegas", osserva Michael Lawton, analista senior del consiglio di amministrazione. Gli incassi nei resort di Las Vegas Boulevard e dintorni sono diminuiti dell'1 percento, ma hanno comunque rappresentato più della metà di quelli ottenuti nei casinò in tutto lo stato.
Lawton nota che l'ultima volta che i casinò del Nevada hanno totalizzato incassi oltre il miliardo di dollari in quattro mesi consecutivi è stata da gennaio ad aprile 2008.

Il totale di 3,46 miliardi di dollari in aprile, maggio e giugno è stato il più grande numero di vincite di gioco in un trimestre di calendario nella storia dello stato e ha battuto il precedente massimo di 3,26 miliardi di dollari in ottobre, novembre e dicembre 2006.

IL CONSUNTIVO - Nell'anno fiscale conclusosi il 30 giugno, gli incassi dei casinò sono stati di 10,7 miliardi di dollari, in aumento del 14,3 percento, dopo essere diminuite di quasi il 22 percento nell'anno fiscale 2020.
Lo stato ha raccolto 808,6 milioni di dollari di entrate sulla base di tali entrate, un grande aumento rispetto ai 472 milioni di dollari dell'anno fiscale 2020 e una parte importante del budget statale di 8,7 miliardi di dollari per i prossimi due anni. Le tasse sui casinò sono seconde alle tasse sulle vendite come percentuale del bilancio statale. Il Nevada non ha l'imposta sul reddito delle persone fisiche.
Rispetto all'anno fiscale 2019, i casinò hanno incassato il 10,5 percento in meno negli ultimi 12 mesi, con la Strip di Las Vegas che ha rappresentato la maggior parte del calo.
Le entrate dalle slot machine in tutto lo stato, pari a giugno a 868 milioni di dollari, hanno battuto il precedente record stabilito nell'ottobre 2007, mentre le entrate e il volume delle scommesse sportive sono stati migliori di qualsiasi giugno nella storia dello stato.

Quasi 315 milioni di dollari sono stati scommessi sullo sport, con le scommesse da app mobile che hanno rappresentato quasi il 58 percento del totale.
Gli incassi sui giochi di carte e da tavolo, 332 milioni di dollari, sono a giugno aumentate dell'88 percento rispetto al 2020 ma sono diminuite di 79 milioni, o quasi del 20 percento, rispetto al 2019.

 

Share