Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Giochi del Titano, nel 2020 bilancio in utile di 1,6 milioni di euro

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Nonostante il difficile momento, la società che gestisce il 'casinò' di San Marino chiude il 2021 con un utile di esercizio.

Bilancio d'esercizio 2020 in utile di 1,6 milioni di euro, al netto delle imposte e a fronte di incassi totali pari a 13.224.000 euro. Questo il risultato approvato dall'assemblea dei soci della Giochi del Titano Spa, la società che gestisce il "casinò" che si trova nella zona industriale di Rovereta.

Un risultato più che soddisfacente, considerando che la sala Diamond è stata chiusa per 107 giorni l'anno passato a causa del Covid, incassando ben 5,7 milioni di euro in meno rispetto al 2019, e che nel periodo restante abbia dovuto subire numerose limitazioni operative e all'accesso.

A commentare il risultato, in attesa dei dati definitivi sull'andamento di giugno 2021, è il direttore generale della Giochi del Titano Spa, Salvatore Caronia: “Partiamo dal presupposto che noi paghiamo un'imposta mensile del 40 percento sui ricavi lordi, e questo ha fatto sì che l'anno passato lo Stato sammarinese abbia rimesso circa 1,5 milioni di euro, che noi non abbiamo versato. Ciò detto, sicuramente ci ha aiutato una buona gestione anche nella fase della pandemia, aver dunque contratto tutti i costi e avere efficientato al massimo la struttura. E naturalmente, abbiamo utilizzato tutti gli strumenti messi a disposizione per gestire l'emergenza, come per esempio la cassa integrazione. Ma se il bilancio è stato alleggerito da alcune spese, dall'altro è stato appesantito da altre voci.

Per esempio, abbiamo effettuato una donazione di 100mila euro a favore dell'Ospedale di San Marino, ma abbiamo anche avuto maggiori oneri dovuti appunto al Covid. Penso alle sanificazioni, ai test sierologici, al'acquisto dei termoscanner, per un importo di circa 150mila euro. Certo, se avessimo voluto realizzare in provetta uno stress test per l'azienda, non ci saremmo riusciti così bene!".

Share