Logo

Papua Nuova Guinea, è bufera politica sul progetto di casinò

Polemiche in Papua Nuova Guinea sul progetto di casinò resort che vedrebbe il regolatore del gioco come partner.

I piani per costruire il primo casinò in Papua Nuova Guinea stanno causando polemiche e preoccupazioni. Gli oppositori ritengono infatti che l'attuale regolatore del gioco, il National Gaming Control Board (Ngcb) non dovrebbe essere un partner nello sviluppo.

Nel maggio 2021 il governo ha approvato una legge per consentire il resort da 43 milioni di dollari che è stato sviluppato da Paga Hill Development Corporation e Ngcb. Ciò ha suscitato la speculazione che potrebbe verificarsi il riciclaggio di denaro e che il regolatore non sarebbe imparziale in nessuna indagine o controllo imposto al resort del casinò.

Il presidente del consiglio di amministrazione di Transparency International Png, Peter Aitsi, dichiara: “il Ngcb è l'arbitro responsabile dell'applicazione delle regole del gioco; non dovrebbe correre in giro come giocatori sul campo. L'esperienza globale con i casinò suggerisce una maggiore probabilità di riciclaggio di denaro e un'indebita influenza politica quando il regolatore è debole o è parte in causa".
Il resort includerà un hotel, negozi e un cinema e si spera attirerà turisti stranieri dall'Australia e da altre parti dell'Asia. Il governo sostiene che il resort creerà posti di lavoro per la regione.

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati