Logo

Casinò e Covid, nel 2020 incassi in calo del 31 percento negli Usa

Forte calo degli incassi dei casinò commerciali degli Stati Uniti nel 2020 a causa del Covid-19.

La pandemia Covid-19 ha avuto un impatto significativo sull'industria del gioco nel 2020, causando un calo del 31 percento delle entrate dei casinò commerciali (quindi non gestiti dalle tribù indiane) degli Stati Uniti e una significativa scossa nei primi venti mercati a stelle e strisce. Mentre la pandemia ha travolto i settori dei giochi tradizionali, c'à stata una crescita enorme delle scommesse sportive e del gioco online.

Tutto ciò emerge nella State of the States 2021 dell'American Gaming Association (Aga): The Aga Survey of the Commercial Casino Industry, rapporto annuale sullo stato di salute dei casinò, ovviamente di grande interesse in un 2020 fortemente segnato, a livello mondiale, dalla pandemia.

I DATI - Il 2020, rende noto l'Aga, ha segnato le entrate annuali totali più basse del settore dal 2003, con la spesa dei consumatori per i giochi commerciali che è scesa a 29,98 miliardi di dollari, in calo del 31 percento rispetto al 2019.
Tutti i 25 stati con giochi di casinò commerciali fisici hanno riportato entrate inferiori rispetto al 2019.
Gli americani hanno scommesso legalmente 21,5 miliardi di dollari sugli sport, rispetto ai 13 miliardi di dollari nel 2019. Le entrate derivanti dalle operazioni legali di scommesse sportive sono aumentate del 69 percento e sono state pari a 1,5 miliardi di dollari.
Il mercato dei giochi di Baltimora-Washington, D.C. è ora il terzo più grande del paese, superando Chicagoland e seguendo solo la Strip di Las Vegas e Atlantic City. I mercati di Gulf Coast, St. Louis e Shreveport / Bossier City sono saliti di diversi posti nella classifica dei primi venti.

IL COMMENTO DI MILLER - "L'industria del gioco ha dovuto affrontare enormi sfide nel 2020 e abbiamo anche assistito a cambiamenti significativi, poiché la demografia dei giocatori è mutata e i verticali emergenti hanno visto una forte crescita", afferma Bill Miller, presidente e Ceo di Aga. "Dal forte calo delle entrate, al boom delle scommesse sportive legali e all'entusiasmo travolgente degli elettori dietro i giochi, il rapporto di quest'anno riflette sia i massimi che i minimi dello scorso anno".
 
L'ANDAMENTO 2021 - Nei primi due mesi del 2020, le entrate del gioco commerciale negli Stati Uniti sono aumentate dell'11,4 percento rispetto allo stesso periodo del 2019. Tuttavia, a causa delle chiusure obbligatorie dei casinò e delle limitazioni di capacità, le entrate sono diminuite in modo significativo per i restanti 10 mesi dell'anno, a partire da marzo, quando tutti i casinò statunitensi sono stati chiusi a causa della pandemia Covid-19.
Complessivamente, lo scorso anno i casinò commerciali americani hanno perso più di 45.600 giorni lavorativi a causa delle chiusure legate alla pandemia, il che significa che sono stati chiusi in media per circa il 27 percento dell'anno.

IL BETTING - Entro la fine dell'anno, 19 stati più il Distretto di Columbia avevano mercati legali di scommesse sportive attivi. Nonostante la chiusura dei casinò terrestri e la sospensione dei principali eventi sportivi in ​​primavera, le scommesse sportive hanno registrato una crescita significativa, con gli americani che hanno scommesso legalmente più di 21,5 miliardi di dollari sullo sport lo scorso anno.
In un sondaggio condotto nell'aprile 2020, i dirigenti delle società membri di Aga, compresi gli operatori commerciali e tribali e Ceo e Cfo dei fornitori, hanno stimato un calo delle entrate di poco più del 40 percento nel 2020 e un calendario per il recupero fino a due anni. I numeri delle entrate dei giochi commerciali del primo trimestre del 2021 sono pari al totale trimestrale più alto di sempre, suggerendo una ripresa più rapida del previsto.
"Il primo trimestre del 2021 mostra chiaramente che l'interesse dei consumatori per i giochi non è mai diminuito, nonostante le sfide del 2020", aggiunge Miller. "Questo slancio è il risultato diretto della capacità del nostro settore di fornire ambienti sicuri in cui i nostri dipendenti e ospiti possano tornare ed è un forte indicatore che la nostra ripresa è all'orizzonte".
 
IL RAPPORTO - Il rapporto annuale dell'Aga sullo stato degli Stati descrive in dettaglio le prestazioni finanziarie dell'industria del gioco commerciale, comprese le analisi di ciascuno dei 29 stati e del Distretto di Columbia che avevano operazioni di gioco commerciale nel 2020. Il rapporto, sviluppato con Vixio GamblingCompliance, fornisce anche una ripartizione del legalità dei tipi di gioco e numero di casinò per stato, riassume le principali discussioni sulla politica di gioco e anticipa le opportunità e le sfide per il settore. La mappa complementare State of Play fornisce i risultati del rapporto in uno strumento interattivo di facile utilizzo.
 
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati