Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Las Vegas, anche negli Station Casinos cliniche per vaccinare

  • Scritto da Mc

Le case da gioco di Las Vegas si trasformano in cliniche per vaccinare i dipendenti: è la volta degli Station Casinos.

Un altro operatore di casinò di Las Vegas offrirà vaccinazioni contro il coronavirus in loco ai operatori dell'ospitalità.
Le cliniche degli Station Casinos saranno aperte martedì prossimo in sei delle sue proprietà a Las Vegas e nella periferia di Henderson, ha detto il portavoce dell'azienda Alex Acuna.
L'azienda ha concordato con il fornitore di paramedici e ambulanze American Medical Response di somministrare il vaccino Covid-19 su appuntamento ai lavoratori e ai familiari.

Le due più grandi società di casinò di Las Vegas - Mgm Resorts International e Caesars Entertainment - insieme a Cosmopolitan e Wynn Resorts stanno anche vaccinando dipendenti presso cliniche installate nelle loro proprietà.
La clinica interna al Cosmopolitan di Las Vegas è stata aperta il 22 marzo con il partner Impact Health e ha gestito 4.000 dosi di vaccinazioni.
Le campagne di inoculazione sono aumentate da metà dicembre in tutto lo stato, quando, allora, c'erano scorte limitate di vaccini.

Le scorte sono aumentate e il governatore Steve Sisolak ha stabilito che tutti coloro che hanno più di 16 anni hanno diritto a vaccinarsi.

Al momento più del 18 percento della popolazione del Nevada è completamente vaccinata, ha affermato il Dipartimento statale della salute e dei servizi umani, tra cui quasi 334.000 persone nell'area di Las Vegas. Quasi una persona su tre in tutto lo stato ha iniziato il processo di vaccinazione.

Un consulente per i media con sede a Reno, Estipona Group, ha delineato per conto della Covid-19 Response Task Force una spinta per incoraggiare le vaccinazioni, inclusi annunci su autobus, cartelloni pubblicitari, emittenti e social media nel Nevada urbano e rurale.

La biostatista di stato Kyra Morgan ha detto ai membri della task force che le 273 persone ricoverate in ospedale con il coronavirus sono il numero più basso da quando la Nevada Hospital Association ha iniziato a segnalarli.
I funzionari giovedì hanno riportato 350 casi aggiuntivi in ​​tutto lo stato, spingendo il numero totale di casi a oltre 304.000 da marzo 2020. Ci sono stati sette nuovi decessi, portando quel numero a 5.256.
Morgan ha descritto le metriche come stabilizzanti dopo il recente calo significativo dai picchi di metà gennaio e ha affermato che il tasso di positività dell'infezione da virus in tutto lo stato è rimasto al 4,2 percento dal 19 marzo. A Las Vegas, il dato rimane al 4 percento.
Entrambi sono al di sotto dell'obiettivo dell'Organizzazione mondiale della sanità del 5 percento, soglia sotto la quale i governi possono allentare le restrizioni sulla prevenzione delle pandemie.

Share