Logo

Long Island, i super ricchi contro il nuovo casinò

Guerra a Lond Island, New York, contro il progetto di casinò di una tribù indiana.

I super ricchi residenti a The Hamptons - la lussuosa di Long Island, New York - sono fortemente contrariati dal piano di una tribù indigena di costruire un casinò resort lì.
La tribù degli Shinnecock ha affermato di voler costruire un casinò su un pezzo di territorio sovrano di 900 acri nella baia di Shinnecock a Southampton, dopo aver ricevuto il via libera dalla Commissione nazionale dei giochi degli Stati Uniti.
La tribù, con 800 membri, è riconosciuta dagli indiani e ha sede all'estremità orientale di Long Island. Vive nella sua riserva da quasi duecento anni e ora vuole che sulla sua terra sia costruita una struttura di gioco di 76.000 piedi quadrati. Perchè il progetto diventi realtà c'è solo bisogno dell'approvazione dello studio sull'impatto ambientale da parte della Gaming Commission: poi, possono iniziare i lavori.

Ma i super ricchi degli Hamptons si sono opposti, formando un Hamptons Neighborhood Group per contestare la proposta e sostenendo che The Hamptons non è adatto al progetto. Temono l'impatto sul valore delle loro proprietà, ma citano le preoccupazioni del traffico e l'afflusso di visitatori.

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati