Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Trump junior: 'Un casinò nel nostro golf resort in Florida'

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Eric Trump preme per trasformare in un casinò il golf resort Doral, che l'azienda di famiglia possiede in Florida.

 

Il figlio dell'ex presidente Usa Donald Trump, Eric, che gestisce l'azienda privata della famiglia, ha pubblicizzato il potenziale di trasformare il loro golf resort Doral in una destinazione per il gioco d'azzardo, questo nell'ambito del pressing che i repubblicani della Florida stanno facendo per legalizzare i casinò nelle aree dello stato dove sono stati a lungo vietati.

Sebbene i leader legislativi repubblicani non abbiano ancora presentato un disegno di legge, la voce di una proposta si è già diffusa, così che sostenitori e oppositori si stanno già preparando per una lotta che, secondo loro, potrebbe essere più accesa rispetto agli anni precedenti, a causa del potenziale interesse di Donald Trump e del suo stretto rapporto con il governatore repubblicano Ron DeSantis.

Il disegno di legge consentirebbe agli sviluppatori di trasferire le licenze di gioco d'azzardo a proprietà in aree in cui i casinò sono stati a lungo vietati e impedirebbe ai governi municipali locali di intervenire.

"La mia impressione è che stanno cercando di prendere i permessi di gioco che si trovano nel sud della Florida e renderli trasferibili, così da impedire ai governi locali di fermarli", afferma il sindaco di Miami Beach, il democratico Dan Gelber, un avversario di lunga data del gioco d'azzardo. Mercoledì la Miami Beach City Commission ha autorizzato l'assunzione di un consulente legale esterno per contestare la legalità di tale mossa.
Eric Trump ha dichiarato al Washington Post che la proprietà Doral a Miami, che ha subìto un calo degli affari a causa della pandemia e della presidenza polarizzante di suo padre, sarebbe una scelta naturale.

Donald Trump ha costruito un impero di casinò di Atlantic City che è finito in bancarotta all'inizio degli anni '90. Ha poi ripetutamente sostenuto l'espansione dei casinò in Florida prima di entrare in politica.
"Molte persone considerano Trump Doral impareggiabile dal punto di vista dei giochi: con 700 acri, non esistono proprietà di quelle dimensioni e qualità nel sud della Florida, figuriamoci nel cuore di Miami", afferma ancora Eric Trump.
Durante la presidenza di Donald Trump, le entrate del club, fortemente indebitato, sono diminuite drasticamente, scendendo del 44 percento l'anno scorso a causa della pandemia.

La Florida attualmente limita il gioco d'azzardo principalmente ai casinò tribali e alle proprietà di corse di cavalli. Una battaglia politica sull'opportunità di espandere il gioco d'azzardo si svolge quasi ogni anno nella capitale dello stato a Tallahassee, ma secondo molti la proposta di quest'anno potrebbe avere maggiori probabilità di successo.

Share