Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Casinò Macao, gli investitori credono nella ripresa

  • Scritto da Mc

Secondo gli investitori, i casinò di Macao potrebbero iniziare a riprendersi nel secondo semestre dell'anno.

Gli investitori nelle azioni dei casinò di Macao stanno guardando oltre l'attuale fase di ripresa del mercato, preferendo concentrarsi su una possibile "ripresa nella seconda metà del 2021" e su un "rimbalzo nel 2022 rispetto al potenziale normale ambiente operativo e all'andamento del prezzo delle azioni".

Lo afferma un memo di Sanford C. Bernstein Ltd. Il gioco Vip dei junket potrebbe "continuare ad affrontare forti venti contrari nel 2021 e nel 2022", scrivono gli analisti Vitaly Umanksy, Tianjiao Yu e Kelsey Zhu.
“È probabile che il gioco Vip continuerà a essere influenzato negativamente dall'analisi approfondita dei trasferimenti di denaro e dalle preoccupazioni di clienti e agenti sul trattamento dei junket. Tuttavia, ciò potrebbe avere un impatto positivo sulla massa premium in quanto alcuni clienti potrebbero cambiare le loro modalità di gioco", hanno scritto gli analisti di brokeraggio.

IL TURISMO CINESE - L'istituzione ha affermato che Macao ha continuato a dover affrontare "venti contrari" anche in relazione ai turisti provenienti dalla Cina continentale, l'unico posto attualmente ad avere una bolla di viaggio senza quarantena con il centro del gioco d'azzardo.

Gli analisti hanno citato come esempi di ostacoli, la "complessità continua" intorno all'emissione dei visti di uscita del programma di visita individuale per i residenti della terraferma che vogliono venire a Macao, la necessità per i visitatori di mostrare la prova all'arrivo di un test valido di negatività al Covid-19, e la "sospensione continua" da parte delle autorità della terraferma dei visti per viaggi di gruppo per viaggi a Macao.

I recenti avvisi emessi da un certo numero di autorità locali nella Cina continentale, che invitano i residenti a non viaggiare durante la pausa del capodanno cinese di febbraio come precauzione contro la diffusione del Covid-19, offuscano ulteriormente le prospettive per il gioco di Macao durante settimana di vacanza.

Sanford Bernstein osserva nel suo aggiornamento di martedì: "Molti clienti di Macao stanno ritardando i viaggi a Macao anche se la spesa per consumi premium e i viaggi in Cina sono rimbalzati".

IL TURISMO DA HONG KONG - L'istituzione ha osservato che il governo di Macao aveva precedentemente affermato di non poter considerare di avere una bolla di viaggio senza quarantena con Hong Kong - fornitore normalmente di circa il 10-15 percento del Ggr annuale dei casinò di Macao - a meno che la vicina regione amministrativa speciale non avesse 14 giorni senza un caso di infezione da Covid-19.

"Non ci aspettiamo alcuna apertura per una bolla di viaggio con Hong Kong fino alla fine del primo trimestre, o del secondo trimestre" quest'anno, afferma Sanford Bernstein.
I suoi analisti aggiungono che a loro avviso "i vincoli relativi ai viaggi a Macao non saranno eliminati fino alla seconda metà del 2021", ma dovrebbe esserci un "forte" miglioramento delle entrate lorde di gioco e del volume dei visitatori, una volta che le opzioni di viaggio saranno "tornate alla normalità".

LE PREVISIONI PER IL 2021 - La compagnia di brokeraggio prevede che il Ggr del mercato di Macao per il 2021 crescerà fino a circa due terzi del livello del 2019 di 292,46 miliardi di patacas (36,6 miliardi di dollari). Sarebbe un miglioramento del 225 percento su base annua rispetto al 2020. Ritiene inoltre che il segmento del gioco d'azzardo di massa nel 2021 potrebbe raggiungere circa il 75 percento dei livelli del 2019, con i Vip che raggiungeranno "solo circa il 50 percento" del conteggio del 2019.
"Il settore sta già ottenendo risultati migliori nell'Ebitda (utili prima di interessi, tassazione, deprezzamento e ammortamento) agli attuali livelli di entrate e con una ripresa più forte prevista in massa (e non di gioco), ma la crescita della redditività dell'Ebitda dovrebbe aumentare ancora", afferma.
 
I DATI DI GENNAIO - Separatamente, Sanford Bernstein ha stimato che il Ggr di Macao per il periodo dall'11 al 17 gennaio compreso è stato "debole, senza evidenti miglioramenti a breve termine". La società di intermediazione afferma che i propri "controlli di canale" hanno indicato che il Ggr nei primi 17 giorni di gennaio è stato di circa 4,7 miliardi di Mop, con un tasso medio giornaliero da inizio mese di circa 276 milioni di Mop. Si tratta di un calo del 61 percento rispetto all'anno precedente, ma in aumento del 10 percento rispetto a dicembre 2020.
 
Sanford Bernstein attualmente prevede che il Ggr di gennaio sarà in calo del 60 percento rispetto a gennaio 2020, che è stato l'ultimo mese di forte scambio di quell'anno nei casinò di Macao prima che iniziassero gli effetti della pandemia.
Share