Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Tigre de Cristal, Summit Ascent vuole il controllo sul gioco Vip

  • Scritto da Mc

Disputa per accaparrarsi il gioco Vip al casinò Tigre de Cristal, in Russia.

Il mercato dei resort dei casinò nell'Estremo Oriente russo continua ad andare avanti e una delle ancore del grande progetto, il Tigre de Cristal, sta contribuendo a plasmare il futuro. La proprietà Summit Ascent Holdings ha già scoperto quanto il gioco d'azzardo Vip guiderà la crescita e, nonostante Suncity Group abbia acquistato una quota di maggioranza nel progetto del casinò l'anno scorso, vuole mantenere i suoi sforzi di marketing il più possibile all'interno. A tal fine, non vuole che Suncity sia eccessivamente coinvolto nell'attrarre i giocatori di alto livello nella proprietà.

Gli analisti di Goldman Sachs hanno fornito un aggiornamento sullo stato delle cose in casa Summit Ascent, sulla base delle informazioni fornite dall'operatore del casinò la scorsa settimana. La società ha tenuto una "giornata aziendale" la scorsa settimana per discutere di cosa sta succedendo dietro le quinte e ha affermato di voler lavorare per portare i propri clienti Vip e vuole estendere il credito direttamente ai giocatori, ma si affiderà all'ampio database di nomi di Suncity per dirigere il traffico. Suncity possiede oltre i due terzi di Summit Ascent, che possiede poco più del 77 percento del casinò di Vladivostok.

Secondo gli analisti, "Se da un lato ciò consentirebbe alla società di preservare maggiori profitti senza dover pagare la commissione ai junket, ciò significherebbe anche che Summit Ascent deve sostenere da solo il rischio di credito. La direzione ritiene che sia gestibile, data inizialmente la sua limitata esposizione ai Vip. Nel complesso, si ritiene che un Ebitda di 200 milioni di dollari sia realizzabile nel lungo periodo".

Tigre de Cristal ha chiuso nel marzo dello scorso anno, come i casinò di tutto il mondo, a causa della pandemia. Ha riaperto a luglio, pronto per tornare e riprendere da dove si era interrotto. Prima della chiusura, la proprietà aveva registrato enormi guadagni nelle operazioni di slot e Vip, con un profitto in aumento a 10,57 milioni di dollari dai 980.000 che aveva visto un anno prima. Anche il quadro successivo alla chiusura è migliorato, con il casinò che mostra un Ebitda (guadagni prima di interessi, tasse, deprezzamento e ammortamento) positivo per gli ultimi sei mesi dell'anno, a fronte di una perdita nella prima metà. Ciò è stato sostenuto da un significativo aumento delle entrate Vip, nonostante le continue restrizioni sui viaggi internazionali, e Summit Ascent ritiene di poter gestire la sua attività Vip da sola in futuro.

Tuttavia, questo non significa che Suncity non avrà una mano nelle operazioni. Il capo di Suncity è Alvin Chau, che è diventato presidente dell'operatore del casinò quando la sua azienda ha acquistato il suo grosso pezzo di Summit Ascent. In quanto tale, esercita una potenza sufficiente per consentirgli di sparare alcuni colpi e ha troppa posta in gioco per rimanere in silenzio. Suncity ritiene che il mercato del gioco d'azzardo coreano debba essere sfruttato e Summit Ascent spiega: "La direzione di Suncity ritiene che la domanda di gioco dei coreani sia insufficiente e punta a far crescere la sua base di clienti lì, come un modo per diversificare la sua esposizione dai giocatori cinesi. Ad esempio, nonostante una singola proprietà a 5 ore di auto dalla città di Seoul, Kangwon Land contribuisce per oltre la metà delle entrate di gioco della Corea. Data la vicinanza tra Vladivostok e la Corea del Sud (2 ore di volo), credono che Tigre de Cristal dovrebbe essere in grado di catturare la domanda di gioco d'azzardo dei coreani poco serviti ".

 

Share