Logo

Parigi, casinò di nove città chiusi alle 21

In Francia scatta il coprifuoco alle ore 21 in nove città, ma alcuni casinò sono già chiusi.

Misure dure, sperando che bastino a fronteggiare la seconda ondata di contagi da Covid-19 che ha investito la Francia, Da domani, sabato 17 ottobre, entra infatti il coprifuoco annunciato dal presidente Emmanuel Macron e che riguarderà nove città e le loro rispettive aree metropolitane: Parigi, Grenoble, Lille sì, Lione, Montpellier, Saint-Etienne, Aix-en-Provence sì, Marsiglia, Rouen e Tolosa. Dalle 21 alle 6, tutti i locali dovranno essere chiusi, e la disposizione, che durerà quattro settimane (con possibilità di estenderla a sei, previa approvazione del Parlamento), riguarda naturalmente anche i casinò di queste grandi città francesi. Ai trasgressori saranno inflitte multe da 135 euro e, in caso di recidiva, di 1.500. In totale, sono circa 19 milioni, le persone interessate da questo e dagli altri provvedimenti.
"Noi siamo in quella che spesso abbiamo chiamato seconda ondata e che riguarda tutta Europa", ha spiegato Macron. "Il virus sta tornando, è ovunque e la situazione in alcuni Paesi è molto preoccupante".

LA CHIUSURA DEI CASINO' - C'è da dire che alcuni dei casinò delle aree interessate dal coprifuoco sono già chiusi da prima, e non solo in quella fascia oraria, per motivi di business o perché soggetti all'applicazione a disposizioni su base territoriale.
Questo è il caso del Grand Casino de Lyon - Pharaoh: "A seguito del decreto prefettizio del 09/10/2020, gli esercizi aperti al pubblico sono chiusi. Anche noi siamo interessati da queste disposizioni. Non mancheremo di informarvi della nostra prossima riapertura", si legge sul sito della Casa da gioco.

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati