Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Casinò svizzeri, in 18 anni 6,6 miliardi di franchi ad Avs e Cantoni

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Ecco quanto dal 2004 al 2019 hanno versato di tasse sulle case da gioco quelle esistenti in Svizzera.

Dal 2004 al 2019 i casinò svizzeri hanno versato ad Avs (Assicurazione vecchiaia e superstiti) e Cantoni 6,6 miliardi di franchi a titolo di tassa sulle case da gioco. "Forniscono perciò un significativo contributo al bene comune. Il contributo delle case da gioco è senz'altro paragonabile ai contributi delle lotterie Swisslos e Loterie Romande per scopi di pubblica utilità, sportivi e culturali". Lo evidenzia la Federazione svizzera dei casinò, che ha aggiornato con i dati del 2019 la tabella relativa alla tasse sulle case da gioco vesate. Tabella che evidenzia, dopo una flessione, un trend in crescita, anche "grazie" alla chiusura del Casinò Campione d'Italia (il 27 luglio del 2018), che ha incrementato, e non di poco, il business dei competitor svizzeri, in particolare ticinesi.

L'ANDAMENTO - Nel 2002/2003 i casinò svizzeri hanno versato tasse per 314 milioni di franchi, nel 2004 per 372, nel 2005 per 443, nel 2006 per 495, nel 2007 per 539, nel 2008 per 517, nel 2009 per 479, nel 2010 per 450, nel 2011 per 419, nel 2012 per 374, nel 2013 per 356, nel 2014 per 336, nel 2015 per 320, nel 2016 per 323, nel 2017 per 318, nel 2018 per 332 e nel 2019 per 359. In totale, come detto, 6,6 miliardi di franchi svizzeri.

LA TASSA SULLE CASE DA GIOCO - Sul prodotto lordo dei giochi (= puntate meno vincite pagate) i casinò pagano una tassa del 40-80 percento (tariffa progressiva). La tassa sui casinò A confluisce al 100 percento nelle casse dell'Avs. I casinò B versano il 60 percento all'Avs e il 40 percento al Cantone dove ha sede il casinò.

L'IMPOSTA SUGLI UTILI AZIENDALI - Dopo la deduzione della tassa sulle case da gioco dal prodotto lordo dei giochi, spiega la Fsc, con l'importo restante i casinò coprono i costi di personale ed esercizio, gli ammortamenti, ecc. L'utile rimanente viene tassato normalmente come utile aziendale.
Quindi, le case da gioco sono oggetto di una doppia imposizione: da una parte tramite la tassa sulle case da gioco e dall'altra tramite l'imposta sugli utili aziendale.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.