Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

La Slovenia riapre il gioco, casinò Hit aspettano riapertura frontiere

  • Scritto da Amr

Il Governo sloveno dispone il riavvio delle attività di gioco, ma il Gruppo Hit attende per riaprire i suoi casinò.

È entrato in vigore ieri, 18 maggio, il nuovo decreto sulle restrizioni all'offerta e alla vendita di beni e servizi ai consumatori nella Repubblica di Slovenia. Esso ferma il decreto del divieto temporaneo dell'offerta e vendita di beni e servizi ai consumatori nella Repubblica di Slovenia, entrato in vigore il 16 marzo 2020, che comprendeva anche il divieto di gioco e che può dunque riprendere.

Nel settore turistico riaprono tra l’altro le strutture ricettive con una capacità sino a trenta camere, i campeggi, le aree di sosta per i camper, i ristoranti o i servizi di ristorazione, incluso il servizio all’interno, le agenzie turistiche, le visite guidate, i trasporti turistici.

Rimangono temporaneamente vietati i seguenti servizi: le strutture ricettive con più di 30 camere, le strutture ricettive per le esigenze delle cure termali, i centri wellness e fitness, le piscine e le attività acquatiche, le discoteche e i locali notturni.

Nonostante il rilascio di misure per limitare la diffusione del virus, i fornitori di merci e servizi nell’esercizio delle attività devono rispettare rigorosamente le condizioni per il contenimento e il controllo dell’epidemia da Covid-19.

LA DECISIONE DEL GRUPPO HIT - Anche se potrebbe, il Gruppo Hit a seguito del nuovo decreto non riapre le proprie strutture casinò. Questo sarà possibile soltanto dopo l'apertura dei confini tra la Slovenia, Italia e Austria: il Governo ha proclamato la fine dell'epidemia il 14 maggio, e come conseguenza c'è la riapertura dei confini a tutti i cittadini dell'Unione Europea a partire dal 31 maggio 2020. Da quella data i cittadini eu potranno entrare nel Paese senza sottoporsi al periodo di isolamento di 7 giorni. Per chi entra da stati non comunitari resta obbligatoria la quaratenna di 14 giorni. Da queste perduranti limitazioni agli spostamenti, che rende impossibile alla maggior parte dei clienti dei casinò Hit di raggiungere le strutture, la decisione di posticipare la riapertura.

Però, come si evidenzia dai canali social del Gruppo, Hit ha riaperto alcuni esercizi gastronomici a Nova Gorica: il caffè Dolce Vita del Perla, il bistro Lipa e il.ristorante del Hotel Sabotin. Attivo anche il casinò online Hitstars.it.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.