Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Macao, vietato l'ingresso ai residenti non locali

  • Scritto da Mc

Il governo di Macao non abbassa la soglia di attenzione contro l'epidemia da coronavirus e vieta l'ingresso ai residenti non locali.

In Cina il peggio sembra essere passato, cosa che purtroppo non si può dire per l'Europa. Ma il governo di Macao non abbassa la guardia contro l'emergenza Covid-19 e ha infatti disposto un divieto di ingresso, di durata non specificata, per tutti i residenti non locali, fatta eccezione per quelli che risiedono nella Cina continentale, a Hong Kong, a Taiwan e a coloro che hanno lo status di immigrato come lavoratore non residente. Il divieto entrerà in vigore mercoledì 18 marzo, come informa il dispaccio datato 17.

Esenzioni al divieto potrebbero essere consentite in "casi eccezionali" se la situazione comporta la prevenzione delle malattie, il salvataggio di emergenza o altri scopi che soddisfino il requisito del "normale funzionamento" della città e le "esigenze di vita di base dei residenti". Il potere discrezionale del processo decisionale su tali eccezioni spetterebbe alle autorità sanitarie locali.

Il divieto d'ingresso è basato sul desiderio del governo della Speciale regione amministrativa di Macao di impedire l'importazione di casi di infezione del nuovo coronavirus, che ha raggiunto proporzioni pandemiche. La politica di divieto d'ingresso è stata introdotta sulla base dei poteri conferiti dalla legislazione sulla lotta alle malattie infettive della città.

Le rigide regole su chi è autorizzato a Macao - i viaggiatori provenienti dalla maggior parte delle destinazioni europee erano già soggetti a un periodo di quarantena di 14 giorni - sono arrivate poco dopo che la città ha riferito di due nuovi casi importati di infezione da coronavirus, uno domenica e uno lunedì.

Il primo caso - l'undicesimo registrato a Macao dall'inizio dell'allerta coronavirus - riguardava l'infezione di una donna sudcoreana che lavora in città ed era appena tornata da un viaggio in Portogallo. Il secondo nuovo caso di infezione importata ha coinvolto un cittadino spagnolo, che si dice faccia affari a Macao. La sua infezione è stata rilevata al suo arrivo all'aeroporto internazionale di Macao.
Hong Kong ha annunciato martedì che metterà in quarantena tutte le persone che arrivano dall'estero per 14 giorni, a partire da giovedì. Le restrizioni non si applicheranno alle persone di Macao e Taiwan, mentre quelle della Cina continentale erano già state costrette a isolarsi a casa da febbraio.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.