Logo

Grecia, la Commissione sul gioco chiude due casinò fino a marzo

Decisa la chiusura per due mesi di due casinò greci: debiti nei confronti dell'Ente unico per la sicurezza sociale.

La Hellenic Gaming Commission (Eeep) ha chiuso i casinò di Rio e Alexandroupoli per i prossimi due mesi a causa di debiti che essi hanno verso l'Ente unico per la sicurezza sociale (Efka).
Secondo il rapporto dell'Efka, il casinò di Rio ha arretrati arretrati che superano i 25 milioni di euro, mentre il casinò di Alexandroupoli deve 12,5 milioni di euro.

Nel corso della riunione plenaria dell'Eeep si è anche deciso di multare i casinò di Corfù e Loutraki, rispettivamente per 75.000 e 5.000 euro.
Le ammende inflitte sono proporzionate alle quote che devono versare all'Efka fino alla fine dell'anno scorso; tuttavia, queste ultime due imprese sono riuscite a estinguere i loro debiti nel periodo tra la loro convocazione e la riunione, quinti hanno evitato la sospensione delle loro licenze operative, che è invece toccata agli altri due casinò, di Rio e di Alexandroupoli.

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati