Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Pennsylvania e casino online, Apple Store congela metà mercato

  • Scritto da Ca

Il gioco online è partito un mese in Pennsylvania ma senza poker, solo che l'Apple Store ha bloccato tutti i giochi da casinò.

 

Il poker online non è ancora partito e in Pennsylvania i players stavano storcendo la bocca. Erano partiti i table games, i card games, i giochi da casinò online insomma. Ma non è vero neanche questo e il mercato in questione rischia di partire azzoppato. 

Il motivo? Il gioco mobile. I casinò online stanno cercando di dare l'accesso ai giochi online agli utenti Apple. Con oltre il 45% di tutti gli utenti di telefoni cellulari negli Stati Uniti che navigano su un iPhone, fornire accesso a questi potenziali clienti è vitale per il successo del mercato dei giochi online in Pennsylvania, ma i casinò nello stato continuano a faticare a servire quel segmento della sua popolazione. E il mercato è già partito da un mese. 

Il motivo delle difficoltà deriva da una revisione a giugno della Linea guida 4.7 di Apple che disciplina l'ammissione delle app di gioco d'azzardo con denaro reale (RMG) all'App Store. La regola modificata impone che tutte le app RMG siano principalmente codificate con codice iOS nativo. Un gran numero di app di gioco RMG sono codificate in HTML5, il che significa che i fornitori di giochi online hanno dovuto intraprendere progetti di sviluppo.

Con la revisione delle linee guida che ha avuto effetto solo poche settimane prima che ai casinò online fosse consentito offrire slot online e giochi da tavolo, i fornitori di giochi online si sono mescolati.

Per fortuna c’è un’eccezione. Oltre ad essere il primo casinò in Pennsylvania a offrire scommesse sportive online, SugarHouse Casino a Filadelfia è stato anche il primo casinò a fornire accesso ai suoi giochi online ai clienti che utilizzano iPhone e iPad.

SugarHouse ha sviluppato una soluzione alternativa che ha permesso agli utenti Apple di utilizzare un browser Web per scommettere su eventi sportivi e giochi da casinò successivi. Con l'aiuto di un'app chiamata "GeoGuard Location Validator" della società di geolocalizzazione GeoComply, SugarHouse è stata in grado di confermare che i suoi clienti Apple si trovavano nello stato della Pennsylvania e di soddisfare i requisiti PGCB.
La grande sfida per gli stati americani e per le aziende è la geolocalizzazione per non consentire a chi non ha i piedi nei confini nazionali, di giocare online. Il New Jersey ha risolto brillantemente il problema con una notevole accuratezza dei servizi di geolocalizzazione e l'approvazione delle carte di credito quando  già dal 2013. In Pennsylvania qualche problema sembra palesarsi anche in questo settore. Eppure basterebbe copiare il “vicino di banco”. Staremo a vedere.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.