Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

L'Aga: 'Wire Act, Doj ha cambiato parere senza ragione'

  • Scritto da Mc

L'Associazione americana dei casinò critica la decisione del Dipartimento di giustizia di cambiare l'interpretazione del Wire Act.

L'American Gaming Association ha criticato il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti per aver reinterpretato la sua decisione del 2011 riguardante il Federal Wire Act, dicendo che l'agenzia governativa "si è allontanata dalla pratica consolidata per invertire la sua opinione precedente senza una ragione convincente per farlo".

Tuttavia, la vicepresidente senior degli affari pubblici di Aga, Sara Slane, ha affermato che la sentenza "non ha alcun impatto sulla possibilità per gli stati e le tribù di legalizzare e regolamentare i giochi su base statale e tribale".
Lunedì, il Dipartimento di Giustizia ha rilasciato un parere di 23 pagine dell'Ufficio dei consulenti legali che è tornato all'interpretazione originale del Wire Act, la legge del 1961 che vieta determinati tipi di attività di scommesse negli Stati Uniti.
Il parere del dicembre 2011 diceva che la legge riguardava solo le scommesse sportive. La nuova decisione, datata 2 novembre, ha annullato la sentenza di sette anni fa e ha aggiunto altre forme di gioco online, tra cui scommesse su Internet e la vendita di biglietti della lotteria su Internet.

LA PREOCCUPAZIONE DEGLI OPERATORI - La notizia ha suscitato la forte preoccupazione del mercato dei giochi su Internet negli Stati Uniti, che è stato lanciato subito dopo la sentenza del 2011 sul Wire Act. Gli avvocati dei giochi hanno detto che le implicazioni della nuova sentenza sono confuse e che la questione sarà in definitiva risolta in una camera di tribunale federale.
Il vice procuratore generale Rod Rosenstein ha pubblicato martedì un memorandum per ritardare l'attuazione del parere per 90 giorni.
Slane ha detto che l'Aga di Washington D.C. incoraggeraggia il Dipartimento di Giustizia "a indagare e chiudere gli operatori di gioco illegali e non regolamentati che depredano i consumatori."Con oltre 4.000 regolatori e miliardi di dollari stanziati per la conformità, il gioco da casinò è uno dei settori più altamente regolamentati del paese".
I rappresentanti dell'industria del gioco hanno criticato universalmente la decisione come imprudente, ma il risultato rimane in questione.
"Legalmente, la decisione non era ambigua", ha dichiarato martedì l'avvocato di gioco di Las Vegas Kate Lowenhar-Fisher di Dickinson Wright. "È stato uno sforzo interpretare il Wire Act per includere tutte le forme di scommessa. È stato un esercizio grammaticale assurdo. "

E LA SODDISFAZIONE DEL FRONTE DEL NO - I difensori dei giochi anti-Internet, tuttavia, compresa un'organizzazione sostenuta dal presidente e amministratore delegato di Las Vegas Sands, Sheldon Adelson, che ha giurato anni fa di spendere "qualunque cosa serva" per uccidere l'attività - si sono rallegrati per la sentenza del Dipartimento di Giustizia.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.