Logo

Mississippi, incassi casinò ricchi grazie alle scommesse sportive

Crescono gli incassi dei casinò del Mississippi, grazie principalmente all'arrivo delle scommesse sportive.

Un 2018 in crescita, per gli incassi dei casinò del Mississippi, grazie principalmente al fatto che nell'agosto scorso sono state legalizzate le scommesse sportive. In totale, le entrate sono state pari a 2,11 miliardi di dollari, l'1,7 percento in più rispetto al 2017 e, in termini assoluti, 44 milioni in più.
Tuttavia, si tratta di entrate inferiori ai massimi storici, una volta adeguate all'inflazione e tenendo presente dell'aumentata concorrenza da parte di altri stati che hanno nel frattempo legalizzato i casinò. Gli incassi di dicembre sono stati pari a 185 milioni di dollari, in crescita del 5 percento.
Come detto, a contribuire all'importo finale sono state anche le scommesse sportive, che da agosto a dicembre hanno raccolto 15 milioni di dollari. Secondo i regolatori e i funzionari dei casinò, grazie alle scommesse i clienti si soffermano anche su altri giochi, oltre a soggiornate negli hotel dei casinò e a mangiare nei loro ristoranti.

LE SCOMMESSE SPORTIVE - Una decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti di maggio ha permesso agli stati a livello nazionale di unirsi al Nevada nel legalizzare le scommesse sportive. Il Mississippi aveva già una legge in vigore per consentire alle scommesse di andare avanti se legalizzate. Altri stati che hanno legalizzato le scommesse includono Delaware, New Jersey, Pennsylvania, Rhode Island e West Virginia. Anche un casinò tribale nel New Mexico sta prendendo scommesse.
Il Mississippi riscuote una tassa dell'8 percento sulle entrate, incluse quelle dalle scommesse sportive. I governi locali riscuotono una tassa del 4 percento.
Nel complesso, lo stato ha raccolto 169 milioni di dollari in tasse dai casinò l'anno scorso. Circa 1 milione provenivano dalle tasse sulle scommesse sportive.

IL DETTAGLIO DEI DATI - I 12 casinò costieri hanno visto un aumento delle entrate annuali del 3 percento, per un importo pari a 1,23 miliardi di dollari. Si tratta del quinto anno consecutivo di crescita. Le vincite sono aumentate del 6 percento a dicembre, a 105 milioni di dollari.
I 16 casinò del fiume hanno registrato un altro anno di ricavi in ​​calo, ma si sono avvicinati al pareggio. Le entrate sono scese meno dell'1 percento nel 2018 e sono state pari a 879 milioni. Quelle di dicembre invece sono aumentate del 4 percento fino a 80 milioni di dollari. C'è da ricordre peròche entro gennaio dovrebbe chiudere un csinò a Tunica City e quelli restanti dovranno fronteggiare la concorrenza dall'espansione del gioco d'azzardo in Arkansas.
I numeri escludono i casinò indiani di Choctaw, che non riportano le vincite allo stato.
 
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.