Logo

Rischi riciclaggio e Gap, mega multa della Ukgc a tre casinò online

La britannica Gambling Commission attua un'ampia azione normativa contro operatori di casinò online e alti dirigenti.

Alcune compagnie di casinò online e i loro alti dirigenti hanno affrontato azioni diffuse da parte del regolatore del gioco d'azzardo in Regno Unito, come parte di un'indagine in corso sul modo in cui l'industria combatte il problema del gioco d'azzardo e del riciclaggio di denaro.
La Gambling Commission ha imposto sanzioni per circa 14 milioni di sterline a tre società come risultato del loro fallimento nell'attuazione di misure di salvaguardia efficaci per impedire il riciclaggio di denaro e per tenere al sicuro i consumatori dai danni collegati al gioco d'azzardo. A seguito delle revisioni delle licenze la Commissione ha ordinato a Daub Alderney di pagare una sanzione pecuniaria di 7,1 milioni di sterline (come precedentemente annunciato), a Casumo è stato ordinato di pagare una sanzione pecuniaria di 5,85 milioni di sterline e Videoslots pagherà 1 milione di sterline al posto di una sanzione finanziaria.
Un'altra società - Cz Holdings - non potrà piu' fornire servizi di gioco d'azzardo ai consumatori britannici in quanto ha rinunciato alla propria licenza dopo l'avvio di una revisione della licenza. A nove altri operatori sono state emesse lettere di consigli di condotta e altri sei sono ancora sotto inchiesta.

La Commissione ha anche intrapreso un'azione normativa contro gli individui responsabili dei fallimenti. Tre possessori di licenze personali (Personal Licence Holders - Pml) hanno ora ceduto le loro licenze, a quattro sono stati emessi avvisi e a due sono stati emessi consigli di condotta. Altri tre individui che detengono PML sono ancora sotto indagine.

Neil McArthur, Ceo della Commissione, afferma: "Spero che l'annuncio di oggi faccia prestare attenzione a tutti gli operatori di casinò online dal momento che le nostre indagini hanno rilevato che un gran numero di operatori e i loro alti dirigenti non rispettavano i loro obblighi. Non è sufficiente avere politiche e procedure in atto. Tutti in un'azienda di gioco d'azzardo devono comprendere le sue politiche e procedure e assumersi la responsabilità di applicarle correttamente. Ci aspettiamo che gli operatori conoscano i loro clienti e facciano le domande giuste per assicurarsi che soddisfino i loro obblighi anti riciclaggio di denaro e di responsabilità sociale. Chiunque sia in una posizione di autorità deve essere consapevole del fatto che non agiremo solo contro le imprese quando intraprenderemo un'azione normativa - terremo conto anche delle persone responsabili delle mancanze di un operatore".

Jeremy Wright, Segretario di Stato per il digitale, la cultura, i media e lo sport, dichiara: "Qualsiasi operatore online che pensa di poter ignorare il proprio dovere di proteggere i giocatori dovrebbe prendere nota oggi - ci saranno conseguenze. Proteggere i consumatori vulnerabili è la nostra principale preoccupazione e deve essere la priorità anche per gli operatori di gioco. Esistono requisiti rigorosi per salvaguardare i giocatori e prevenire il riciclaggio di denaro che tutte le aziende devono rispettare se desiderano operare nel mercato britannico. Sono lieto di vedere la Gambling Commission agire il più forte possibile quando le aziende non riescono a soddisfare i loro obblighi".
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.