Logo

Casinò e giochi, chi sale e chi scende ad aprile

GiocoNewsCasino.it analizza l'andamento dei casinò il mese passato: segno fortemente positivo a Saint Vincent.

 

Passano i mesi ma il Casinò Campione d'Italia resta chiuso, dopo che il 27 luglio dello scorso anno la sua società di gestione è stata dichiarata fallita per insolvenza, una sentenza del tribunale di Como successivamente annullata, per un vizio di forma, dalla Corte d'Appello di Milano, ma che non ancora non ha portato come conseguenza la sua riapertura, su cui pendono numerose incognite procedurali ed economiche.
La consueta analisi di Gioconews.it sull'andamento dei casinò tricolori si concentra dunque sui tre che sono attivi. E il primo gradino del podio, come spesso sta capitando nell'anno in corso, è occupato dal Saint Vincent Resort & Casino, l'unico, tra l'altro, a riportare ad aprile un segno positivo.


QUI SAINT VINCENT - Ottimo aprile, infatti per gli incassi di gioco del Saint Vincent Resort & Casino. Il mese passato si chiude infatti con un incasso di 5.745.701 euro, il 21,26 percento in più rispetto al 2018 (più 1.007.327 euro) e con ingressi in decremento sullo stesso mese del 2018 (meno 4,99 percento).
 

Analizzando nel dettaglio i dati, i tavoli chiudono il mese nel loro complesso con più 57,03 percento (più 895.522 euro). Tra i giochi risultano con segno negativo lo chemin de fer (meno 22,07 percento), il poker texas hold’em (meno 93,73 percento), il black jack (meno 33,30 percento). Segno positivo hanno avuto la fairoulette (più 18,29 percento), il punto banco (più 10,54 percento), la roulette francese (più 1.533,52 percento), i craps (più 243,18 percento), il poker ultimate (più 24,85 percento), il trente et quarante (più 28,07 percento), il poker Saint Vincent (più 108,33 percento) e la roulette americana (più 44,94 percento). Le slot machine incassano nel mese 3.279.845 euro (più 3,53 percento ), rispetto al 2018, in termini assoluti, 111.805 euro in più.
L'ottimo risultato di aprile consolida ancora di più quello che si stava registrando in questo primo scorcio d'anno: da gennaio al mese passato la Casa da gioco valdostana ha incassato 20.642.594 euro, il 10,68 percento in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Bene anche il contatore dei dodici mesi, non coincidenti con l'anno solari, e che sono terminati adl aprile 2019: 59.831.018 euro, il 5,70 percento in più. Certo, la strada del risanamento aziendale è ancora da percorrere a fondo, visto che solo il prossimo 9 luglio i creditori della società di gestione si esprimeranno sul piano di concordato, ma quella della risalita degli incassi, ovviamente fondamentali per lo stato di salute di qualsiasi azienda, sembra spianata.


QUI SANREMO - Il Casinò di Sanremo, che ha incassato ad aprile 3.803.055 euro, vale a dire lo 0,96 percento in meno rispetto allo stesso mese del 2018, si colloca in seconda posizione. Stabilissimi gli ingressi: sono stati 16.489 in totale, solo 2 in meno rispetto ad aprile 2018, per una variazione percentuale dello 0,01 percento.
Analizzando più in dettaglio i dati, emerge la flessione, comunque minore rispetto alla media complessiva, delle slot: chiudono il mese a meno 0,33 percento, portando a casa 2.977.849 euro. Sul fronte dei giochi lavorati, molto bene la roulette francese, che incassa 327.740 euro, il 10,56 percento in più, ma la variante fair non fa altrettanto: incassa 64.922 euro, il 61,29 percento in meno. Segno negativo anche per il poker cash, che perde il 12,54 percento (120.788 euro), mentre i tornei raccolgono 23.764 euro, il 2,85 percento in più.
Da segnalare, infine, l'ottima performance del punto banco (144.323 euro, il 159,69 percento in più) e il calo del black jack (143.667 euro, il 16,54 percento in meno).
In attesa delle elezioni amministrative di maggio, che avranno sicuramente conseguenze anche in merito alle scelte che il futuro sindaco vorrà prendere sull'importante azienda partecipata, ecco i risultati ottenuti dalla Casa da gioco matuziana: gli incassi dei primi quattro mesi 2019 sono pari a 14.736.134 euro, ossia il 2,54 percento in più, ed è positivo anche il progressivo dell'anno non solare: 43.301.264, vale a dire l'1 percento in più sull'anno, sempre non solare, immediatamente precedente.


QUI VENEZIA – Sul terzo gradino sale invece il Casinò di Venezia, tuttora alle prese con una difficilissima trattativa per arrivare al nuovo contratto aziendale di lavoro.
Ad aprile 2019 il Casinò di Venezia ha incassato 8.062.087 euro, vale a dire l'1,35 percento in meno rispetto allo stesso mese del 2018. Quanto alle presenze, se ne sono contate 58.106, il 6,32 percento in meno rispetto a un anno fa.
Analizzando in maggiore dettaglio i dati, si si evidenzia il calo delle slot: meno 7,82 percento, per incassi pari a 4.066.496 euro.
Male anche la roulette francese, che chiude con 274.302 euro, il 52,06 percento in meno, ma va molto bene la variante fair che, con i suoi 1.196.946 euro, cresce di un buon 21.42 percento.
Segno positivo pure per lo chemin de fer, 642.345 euro (più 48,54 percento), per il poker cash, 167.903 euro (più 10,97) e per il punto banco, 1.325.275 euro (più 64,38 percento), mentre il black jack subisce una flessione del 52,16 percento e chiude con 388.818 euro.
Nel primo quadrimestre la Casa da gioco, con le sue due sedi, ha incassato complessivamente 32.062.948 euro, il che rappresenta un calo del 4,94 percento rispetto all'analogo periodo del 2018. Il progressivo da maggio 2018 ad aprile 2019, forte dell'ottima performance dell'anno passato, è invece pari a 95.919.228: il segno resta dunque positivo, del 3,50 percento, rispetto ai dodici mesi ancora precedenti.

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.